Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Come posso gestire il mio tempo?

Come posso gestire il mio tempo?

 CAPITOLO 21

Come posso gestire il mio tempo?

Quante ore in più vorresti avere in un giorno? ․․․․․

Come useresti quelle ore?

□ Per stare con gli amici

□ Per dormire

□ Per studiare

□ Altro ․․․․․

IL TEMPO è come un cavallo selvatico: per poterlo impiegare bisogna imparare a tenerne le redini. Se riesci a essere padrone del tuo tempo, probabilmente sarai meno stressato, prenderai voti migliori e godrai di più fiducia da parte dei tuoi. “Sarebbe bello”, potresti dire, “ma è più facile a dirsi che a farsi”. È vero, incontrerai delle difficoltà, ma puoi superarle. Vediamo come.

Difficoltà n. 1: fare un programma

Cosa può frenarti. Al solo pensiero di avere un programma ti senti in trappola! Vorresti essere libero, e non dover sempre dipendere da un calendario.

Perché farlo lo stesso. Il re Salomone scrisse: “I piani del diligente sono sicuramente per il vantaggio”. (Proverbi 21:5)  Salomone era un uomo impegnato. Era sposato, era padre ed era re. Senz’altro col passare degli anni la sua vita diventò ancora più intensa. Oggi anche tu hai una vita piena. Ma probabilmente col passare degli anni lo diventerà ancora di più. È meglio imparare a organizzarsi al più presto.

La parola ai tuoi coetanei. “Circa sei mesi fa ho iniziato a fare le cose seguendo un programma. Volevo semplificarmi la vita e un programma era proprio quello che serviva!” — Joey.

“Un elenco delle cose da fare mi aiuta a mantenere gli impegni. Quando devo sbrigare qualche faccenda in più, io e mia madre scriviamo tutto per filo e per segno, in modo da capire come possiamo darci una mano a vicenda e riuscire a fare tutto”. — Mallory.

Cosa può aiutarti. Facciamo un esempio. Immagina di intraprendere un viaggio con la tua famiglia. Ognuno mette alla rinfusa le valigie nel bagagliaio della macchina. A quanto pare non c’è spazio per farci stare tutto. Cosa puoi fare? Potresti risistemare tutto mettendo prima le valigie più grandi. In questo modo ci sarà spazio anche per quelle più piccole.

Una cosa del genere accade con il tuo tempo. Se nel tuo programma metti prima le cose meno importanti, rischi di non avere più spazio per le cose che contano veramente. Inserisci prima le cose impegnative e resterai piacevolmente sorpreso vedendo quanto tempo ti rimane per tutto il resto. — Filippesi 1:10.

Quali sono le cose più importanti che devi fare?

․․․․․

Ora rivedi i tuoi impegni e metti le cose da fare in ordine di importanza. Se ti dedichi prima alle attività più impegnative  ti sorprenderai vedendo quanto tempo hai ancora per gli impegni minori.

Cosa puoi fare. Prendi un’agenda tascabile e scrivi i tuoi impegni in ordine di importanza. Oppure utilizza:

□ L’agenda del cellulare

□ Un piccolo taccuino

□ L’agenda del computer

□ Un calendario da tavolo

Difficoltà n. 2: attenersi al programma

Cosa può frenarti. Sei appena tornato a casa da scuola: vuoi rilassarti e guardare la TV solo per qualche minuto. Oppure hai programmato di studiare per un compito in classe, ma ricevi un SMS con cui ti invitano ad andare al cinema. Il film non può aspettare, mentre tu puoi sempre rimandare lo studio alla sera. ‘Fra l’altro’, pensi, ‘sotto pressione rendo di più’.

Perché farlo lo stesso. Se studi quando hai la mente fresca, puoi prendere un voto migliore. E poi, francamente, non ti bastano le pressioni che hai già? Perché aumentarle mettendoti a studiare come un matto la sera tardi? In che condizioni sarai il giorno dopo? Forse non ti sveglierai in tempo, sarai più stressato, dovrai correre e magari arriverai tardi a scuola. — Proverbi 6:10, 11.

La parola ai tuoi coetanei. “Mi piace molto guardare la TV, suonare la chitarra e stare con gli amici. Non c’è niente di male in questo, ma a volte queste attività mi tolgono il tempo per le cose più importanti e alla fine devo correre”. — Julian.

Cosa può aiutarti. Non programmare solo le cose che devi fare, ma anche quelle che vuoi fare. “È più facile fare quello che devo quando so che poi mi aspettano le cose che mi piacciono”, dice Julian. Ecco un’altra idea: stabilisci una meta importante e poi fissa alcune tappe intermedie  per essere sicuro di raggiungerla.

Cosa puoi fare. Quali sono un paio di mete realistiche che potresti raggiungere nel giro di sei mesi?

․․․․․

Qual è una meta realistica che potresti raggiungere nel giro di due anni, e cosa dovresti cominciare a fare sin d’ora? *

․․․․․

Difficoltà n. 3: essere ordinati

Cosa può frenarti. Magari non sei convinto che l’ordine sia in qualche modo collegato a una migliore gestione del tempo. Oltretutto, sembra molto più facile essere disordinati. Per rimettere a posto la stanza si può sempre aspettare domani, o si può anche evitare di farlo. In fondo a te il disordine non dà fastidio, per cui non c’è nessun problema. O forse sì?

 Perché farlo lo stesso. Tenendo tutto in ordine eviterai di perdere tempo a cercare le cose. E questo ti darà anche la serenità di cui hai bisogno. — 1 Corinti 14:40.

La parola ai tuoi coetanei. “A volte non ho il tempo di mettere a posto i vestiti, e così le cose che mi servono si perdono in mezzo a tutto il disordine!” — Mandy.

“Una volta sono rimasto senza portafoglio per una settimana perché non riuscivo a trovarlo. Ero molto stressato. Alla fine è saltato fuori quando ho rimesso in ordine la stanza”. — Frank.

Cosa può aiutarti. Cerca di rimettere le cose al loro posto al più presto. Fallo regolarmente invece di aspettare che il disordine regni sovrano.

Cosa puoi fare. Sforzati di diventare una persona ordinata. Mantieni le cose più in ordine e vedi se va meglio.

 Tutti hanno ogni giorno la stessa quantità di tempo: tu, i tuoi coetanei e i tuoi genitori. Se lo sprechi ci rimetterai. Se invece impari a gestirlo ne avrai dei benefìci. Sta a te decidere.

NEL PROSSIMO CAPITOLO

Sei figlio di immigrati? Ti senti un pesce fuor d’acqua sia a casa che a scuola? Scopri come puoi trarre il meglio dalla tua situazione.

[Nota in calce]

^ par. 32 Per ulteriori informazioni, vedi il capitolo 39 di questo libro.

SCRITTURA CHIAVE

‘Accèrtati delle cose più importanti’. — Filippesi 1:10.

UN SUGGERIMENTO

Non cercare di mettere in pratica i consigli di questo capitolo tutti in una volta. Nel corso del prossimo mese cerca di applicarne uno. Quando ci sarai riuscito, scegli un altro punto su cui lavorare.

SAPEVI CHE...?

Programmare troppe attività per lo stesso giorno ti causerà stress. Se stabilisci delle priorità, saprai quali attività svolgere e quali tralasciare.

I MIEI PROSSIMI OBIETTIVI

Un’attività a cui potrei dedicare meno tempo è ․․․․․

Il tempo che guadagno lo userò così: ․․․․․

Ecco cosa vorrei chiedere ai miei genitori sull’argomento: ․․․․․

CHE NE PENSI?

● In che modo imparare a gestire il tempo ora ti sarà utile quando vivrai per conto tuo?

● Cosa puoi imparare dai tuoi genitori su come gestire il tempo?

● Se hai già un programma, come potresti modificarlo per renderlo più pratico?

[Testo in evidenza a pagina 154]

“Un giorno ho sentito qualcuno dire che per farmi arrivare alle quattro bisognava darmi appuntamento alle tre. Da allora ho capito l’importanza di gestire meglio il mio tempo!” — Ricky

[Riquadro a pagina 155]

Dove va a finire il mio tempo?

Ecco come, in media, alcuni ragazzi fra gli 8 e i 18 anni hanno trascorso il tempo nel corso di una settimana:

17 ore

con i genitori

30 ore

a scuola

44 ore

a guardare la TV, giocare con i videogiochi, mandare messaggi e ascoltare musica

Scrivi quante ore dedichi ogni settimana

a guardare la TV ․․․․․

a giocare con i videogiochi ․․․․․

a navigare in Internet ․․․․․

ad ascoltare musica ․․․․․

Totale ․․․․․

Ore che potrei usare per cose più importanti ․․․․․

[Immagine a pagina 153]

Il tempo è come un cavallo selvatico: bisogna imparare a tenerne le redini