Atti degli Apostoli 15:1-41

  • Discussione sulla circoncisione (1, 2)

  • Questione presentata a Gerusalemme (3-5)

  • Apostoli e anziani si riuniscono (6-21)

  • Lettera del corpo direttivo (22-29)

    • Astenersi dal sangue (28, 29)

  • Congregazioni incoraggiate dalla lettera (30-35)

  • Paolo e Barnaba si separano (36-41)

15  Ora arrivarono dalla Giudea alcuni uomini che si misero a insegnare ai fratelli, dicendo: “Se non siete circoncisi secondo l’usanza di Mosè,+ non potete essere salvati”.  Paolo e Bàrnaba non erano d’accordo e discussero parecchio con loro; così si stabilì che Paolo, Bàrnaba e alcuni altri andassero a Gerusalemme+ per presentare la questione* agli apostoli e agli anziani.  Così, dopo essere stati accompagnati per un tratto dalla congregazione, questi uomini proseguirono attraverso la Fenìcia e la Samarìa, raccontando nei particolari la conversione di persone delle nazioni e procurando grande gioia a tutti i fratelli.  Arrivati a Gerusalemme, furono ben accolti dalla congregazione, dagli apostoli e dagli anziani, e riferirono tutto quello che Dio aveva fatto per mezzo loro.  Ma alcuni di quelli della setta dei farisei che erano diventati credenti si alzarono e dissero: “È necessario circonciderli e ordinare loro di osservare la Legge di Mosè”.+  Così gli apostoli e gli anziani si riunirono per esaminare la faccenda.  Dopo un’animata discussione* Pietro si alzò e disse loro: “Uomini, fratelli, voi sapete bene che dall’inizio Dio mi scelse fra voi perché per bocca mia persone delle nazioni ascoltassero il messaggio* della buona notizia e credessero.+  E Dio, che conosce i cuori,+ mostrò la sua approvazione* dando lo spirito santo+ a loro proprio come a noi.  Non fece nessuna distinzione fra noi e loro,+ ma purificò i loro cuori mediante la fede.+ 10  Allora perché mettete Dio alla prova, ponendo sul collo dei discepoli un giogo+ che né i nostri antenati né noi siamo stati capaci di portare?+ 11  Noi invece abbiamo fede che saremo salvati per mezzo dell’immeritata bontà* del Signore Gesù+ esattamente come loro”.+ 12  Pertanto tutto il gruppo tacque e si mise ad ascoltare Bàrnaba e Paolo mentre riferivano i molti segni e prodigi* che Dio aveva fatto per mezzo loro fra le nazioni. 13  Quando finirono di parlare, Giacomo prese la parola e disse: “Uomini, fratelli, ascoltatemi. 14  Simeone+ ha riferito nei dettagli come Dio per la prima volta ha rivolto l’attenzione alle nazioni per trarne un popolo per il suo nome.+ 15  E con questo concordano le parole dei Profeti; è infatti scritto: 16  ‘Dopo queste cose tornerò ed erigerò di nuovo la tenda* di Davide che è caduta; riparerò le sue rovine e la ricostruirò, 17  perché gli uomini che rimangono cerchino diligentemente Geova* insieme a persone di tutte le nazioni, persone che sono chiamate con il mio nome, dice Geova,* colui che fa queste cose+ 18  note dall’antichità’.+ 19  Quindi ritengo* che non si debbano creare difficoltà a quelli delle nazioni che si convertono a Dio.+ 20  Piuttosto, scriviamo loro di astenersi dalle cose contaminate dagli idoli,+ dall’immoralità sessuale,*+ da ciò che è strangolato* e dal sangue.+ 21  Sin dai tempi antichi, infatti, Mosè ha avuto quelli che lo predicano di città in città, perché viene letto ad alta voce ogni Sabato nelle sinagoghe”.+ 22  Allora gli apostoli e gli anziani, insieme a tutta la congregazione, decisero di mandare ad Antiòchia con Paolo e Bàrnaba uomini scelti fra loro; mandarono Giuda, chiamato Barsàbba, e Sila,+ uomini che avevano responsabilità tra i fratelli. 23  Per mano loro inviarono questa lettera: “Gli apostoli e gli anziani, vostri fratelli, ai fratelli di Antiòchia,+ Siria e Cilìcia che sono delle nazioni. Saluti a voi! 24  Siccome abbiamo saputo che alcuni di noi sono venuti da voi e con le loro parole vi hanno turbato,+ cercando di farvi vacillare,* anche se non avevamo dato loro nessuna istruzione al riguardo, 25  siamo arrivati alla decisione unanime di scegliere uomini da mandarvi insieme ai nostri carissimi Bàrnaba e Paolo, 26  i quali hanno rischiato la loro vita* per il nome del nostro Signore Gesù Cristo.+ 27  Perciò vi mandiamo Giuda e Sila, così che anche loro vi riferiscano a voce le stesse cose.+ 28  Infatti allo spirito santo+ e a noi è sembrato bene di non aggiungervi nessun altro peso, all’infuori di queste cose necessarie: 29  astenersi dalle cose sacrificate agli idoli,+ dal sangue,+ da ciò che è strangolato*+ e dall’immoralità sessuale.*+ Se vi asterrete attentamente da queste cose, prospererete. Vi salutiamo!”* 30  Così, quando furono congedati, questi uomini andarono ad Antiòchia e, riuniti tutti i discepoli, consegnarono loro la lettera. 31  Dopo averla letta, questi si rallegrarono dell’incoraggiamento. 32  Giuda e Sila, essendo anche loro profeti, incoraggiarono i fratelli con molti discorsi e li rafforzarono.+ 33  Si trattennero lì per un po’ di tempo, poi i fratelli augurarono loro pace e li lasciarono tornare da quelli che li avevano mandati. 34  [.⁠.⁠.]* 35  Paolo e Bàrnaba invece rimasero ad Antiòchia, insegnando e dichiarando, insieme a molti altri, la buona notizia della parola di Geova.* 36  Alcuni giorni dopo, Paolo disse a Bàrnaba: “Torniamo ora* a visitare i fratelli in ognuna delle città in cui abbiamo proclamato la parola di Geova,* per vedere come stanno”.+ 37  Bàrnaba era deciso a portare anche Giovanni, soprannominato Marco.+ 38  Ma Paolo non era favorevole a portarlo con loro, visto che in Panfìlia li aveva lasciati e non li aveva più accompagnati nell’opera.+ 39  Allora ci fu una discussione talmente accesa che i due si separarono; e Bàrnaba,+ preso con sé Marco, salpò verso Cipro. 40  Paolo scelse Sila e, dopo essere stato affidato dai fratelli all’immeritata bontà* di Geova,*+ partì. 41  Attraversò la Siria e la Cilìcia, rafforzando le congregazioni.

Note in calce

O “disputa”.
O “molta disputa”.
Lett. “parola”.
O “rese testimonianza”.
O “portenti”.
O “capanna”, “casa”.
O “la mia decisione è”.
In greco pornèia. Vedi Glossario.
O “ucciso senza essere dissanguato”.
O “far vacillare le vostre anime”.
O “dato le loro anime”.
O “ucciso senza essere dissanguato”.
In greco pornèia. Vedi Glossario.
O “State sani!”
O forse “a tutti i costi”.