Salmi 88:1-18

Canto. Melodia dei figli di Cora.+ Al direttore del coro. Maalàt,* da cantare a voci alternate. Maschìl* di Emàn+ l’ezraita. 88  O Geova, Dio della mia salvezza,+di giorno grido a tee di notte vengo davanti a te.+   Giunga a te la mia preghiera,+porgi il tuo orecchio* al mio grido d’aiuto,+   perché la mia anima* è colma di avversità,+e la mia vita è sulla soglia della Tomba.*+   Mi considerano già fra quelli che stanno scendendo nella fossa;*+sono divenuto come un uomo senza forze,*+   abbandonato fra i morticome un cadavere steso nella tomba,di cui non ti ricordi piùe che non riceve più le tue cure.*   Mi hai messo nella fossa più profonda,in luoghi tenebrosi, in un abisso.   Il tuo furore mi opprime;+mi travolgi con le tue onde impetuose. (Sela)   Hai allontanato da me i miei amici;+mi hai reso detestabile ai loro occhi. Mi sento in trappola, non posso fuggire.   Il mio occhio si strugge di dolore.+ O Geova, ti invoco tutto il giorno;+tendo le mie mani verso di te. 10  Compirai forse prodigi per i morti? Quelli senza vita* possono rialzarsi per lodarti?+ (Sela) 11  Si parlerà forse del tuo amore leale nella tomba,o della tua fedeltà nel luogo della distruzione?* 12  Saranno forse conosciuti i tuoi prodigi nelle tenebre,o la tua giustizia nella terra dell’oblio?+ 13  Ma io, o Geova, continuo a invocare il tuo aiuto;+ogni mattina giunge a te la mia preghiera.+ 14  O Geova, perché mi respingi?*+ Perché nascondi il tuo volto da me?+ 15  Sin dalla giovinezzasono afflitto e sul punto di morire,+sfinito dalle avversità che permetti che io sopporti. 16  La tua ira ardente mi travolge.+ I tuoi terrori mi annientano; 17  mi circondano come acque tutto il giorno;mi accerchiano da ogni lato.* 18  Hai allontanato da me amici e conoscenti;+solo le tenebre mi fanno compagnia.

Note in calce

O “chinati per ascoltare”.
O “Scèol”, cioè il luogo simbolico in cui si trovano i morti. Vedi Glossario.
O “tomba”.
O “indifeso”.
Lett. “mano”.
O “impotenti nella morte”.
O “nell’Abaddòn”.
O “respingi la mia anima”.
O forse “tutti insieme”.

Approfondimenti

Galleria multimediale