Salmi 63:1-11

Melodia di Davide, quando si trovava nel deserto di Giuda.+ 63  O Dio, tu sei il mio Dio, e continuo a cercarti.+ Io* ho sete di te.+ In una terra arida e riarsa, dove non c’è acqua,mi struggo* di desiderio per te.+   Così ti ho contemplato nel luogo santo;ho visto la tua forza e la tua gloria.+   Le mie labbra ti celebreranno,+perché il tuo amore leale è migliore della vita.+   Ti loderò dunque per tutta la vita;alzerò le mie mani invocando il tuo nome.   Mi sazio* delle porzioni più scelte e prelibate;*perciò la mia bocca ti loderà con labbra gioiose.+   Mi ricordo di te nel mio letto,durante le veglie della notte medito su di te,+   perché tu sei il mio aiuto,+e all’ombra delle tue ali grido di gioia.+   Mi tengo stretto* a te;la tua destra mi afferra saldamente.+   Ma quelli che cercano di distruggermi*sprofonderanno sottoterra; 10  saranno consegnati alla spada;finiranno in pasto agli sciacalli.* 11  Il re invece troverà in Dio la sua gioia. Chiunque giura su di Lui esulterà,*perché la bocca di chi dice menzogne sarà messa a tacere.

Note in calce

O “la mia anima”.
Lett. “la mia carne si strugge”.
O “la mia anima si sazia”.
Lett. “come con grasso e pinguedine”.
O “la mia anima si tiene stretta”.
O “distruggere la mia anima”, “uccidermi”.
O “volpi”.
O “si vanterà”.

Approfondimenti

Galleria multimediale