Salmi 28:1-9

Di Davide. 28  Ti continuo a chiamare, o Geova mia Roccia;+non rifiutarti di ascoltarmi. Se continui a rimanere in silenzio,diverrò come quelli che scendono nella fossa.*+   Ascolta le mie suppliche quando invoco il tuo aiuto,quando tendo le mie mani verso la stanza più interna del tuo santuario.+   Non trascinarmi via con i malvagi, con quelli che fanno il male,+quelli che parlano di pace con il prossimo ma nel cuore nutrono odio.+   Ripagali secondo le loro azioni,+per le loro pratiche malvagie;ripagali secondo le opere delle loro mani,per quello che hanno fatto.+   Non prestano attenzione alle attività di Geova,+né all’opera delle sue mani.+ Egli li demolirà e non li riedificherà.   Sia lodato Geova,perché ha ascoltato le mie suppliche.   Geova è la mia forza+ e il mio scudo;+in lui confida il mio cuore.+ Ho ricevuto il suo aiuto, e il mio cuore si rallegra;lo loderò con il mio canto.   Geova è la forza del suo popolo;è una fortezza che reca grande salvezza al suo unto.+   Salva il tuo popolo e benedici la tua eredità;+pascilo e portalo per sempre fra le tue braccia.+

Note in calce

O “tomba”.

Approfondimenti

Galleria multimediale