Isaia 23:1-18

23  Dichiarazione solenne riguardo a Tiro.+ Fate lamento, navi di Tàrsis,+perché il porto è stato distrutto, e non vi si può più entrare! Se n’è avuto notizia nel paese di Chittìm.+   Fate silenzio, abitanti della regione costiera. I mercanti di Sidóne,+ che attraversano il mare, vi hanno arricchito.   Su molte acque ha viaggiato il grano* del Sihòr,*+il raccolto del Nilo, che era la sua* fonte di guadagno;portava i profitti delle nazioni.+   Vergognati, o Sidóne, fortezza del mare,perché il mare ha detto: “Non ho avuto doglie e non ho partorito,né ho cresciuto figli o figlie”.*+   Proprio come quando giunse la notizia riguardo all’Egitto,+la gente sarà angosciata alla notizia riguardo a Tiro.+   Andatevene a Tàrsis! Fate lamento, abitanti della regione costiera!   È questa la vostra città, che esultava dai tempi antichi, fin dai suoi inizi? I suoi piedi la portavano a stabilirsi in paesi lontani.   Chi ha preso questa decisione contro Tiro,colei che concedeva corone,i cui mercanti erano principi,i cui commercianti erano onorati nell’intera terra?+   Geova degli eserciti in persona ha preso questa decisione,per mortificare l’orgoglio che lei provava per tutta la sua bellezza,per umiliare tutti quelli che erano onorati nell’intera terra.+ 10  Attraversa il tuo paese come il Nilo, o figlia di Tàrsis. Non c’è più nessun cantiere navale.*+ 11  Egli ha steso la mano sul mare;ha fatto tremare i regni. Geova ha dato ordine di distruggere le fortezze della Fenìcia.+ 12  E dice: “Non esulterai mai più,+tu che sei oppressa, vergine figlia di Sidóne. Alzati, va’ a Chittìm;+neanche là troverai quiete”. 13  Ecco, la terra dei caldei!+ È questo il popolo, non l’Assiria,+che ha fatto di lei un posto per gli animali del deserto. Hanno eretto le loro torri d’assedio;hanno spogliato le sue torri fortificate,+riducendola a un cumulo di rovine. 14  Fate lamento, navi di Tàrsis,perché la vostra fortezza è stata distrutta.+ 15  Quel giorno Tiro sarà dimenticata per 70 anni,+ quant’è la vita* di un re. Alla fine dei 70 anni avverrà a Tiro come dice la canzone della prostituta: 16  “Prendi una cetra, prostituta dimenticata,e va’ in giro per la città. Suona bene la tua cetra,canta molte canzoni,in modo che si ricordino di te”. 17  Alla fine dei 70 anni Geova rivolgerà la sua attenzione a Tiro, e lei tornerà ai suoi guadagni e si prostituirà con tutti i regni sulla faccia della terra. 18  Ma i suoi profitti e i suoi guadagni saranno consacrati a Geova. Non saranno accumulati né messi da parte, perché i suoi guadagni andranno a coloro che dimorano davanti a Geova, così che possano mangiare a sazietà e vestirsi con abiti eleganti.+

Note in calce

Lett. “seme”.
Un ramo del Nilo.
Cioè di Tiro.
Lett. “vergini”.
O forse “porto”.
Lett. “giorni”.

Approfondimenti

Galleria multimediale