Geremia 8:1-22

8  “In quel tempo”, dichiara Geova, “le ossa dei re di Giuda, le ossa dei suoi principi, le ossa dei sacerdoti, le ossa dei profeti e le ossa degli abitanti di Gerusalemme saranno tirate fuori dalle tombe.  Verranno sparse al sole, alla luna e a tutto l’esercito dei cieli che loro amarono e servirono, seguirono e consultarono, e a cui si inchinarono.+ Non saranno raccolte né sepolte. Diventeranno come letame sui campi”.+  “E quelli di questa cattiva nazione che sopravvivranno preferiranno la morte alla vita in tutti i luoghi in cui li disperderò”, dichiara Geova degli eserciti.  “E devi dire loro: ‘Questo è ciò che Geova dice: “Se cadranno, non si rialzeranno? Se uno tornasse indietro, non tornerebbe indietro anche l’altro?   Perché questo popolo, Gerusalemme, continua a comportarsi infedelmente verso di me? Persiste nell’inganno;si rifiuta di tornare indietro.+   Ho prestato attenzione e continuato ad ascoltare, ma il modo in cui parlano non è giusto. Non c’è nessuno che si penta della sua malvagità o che dica: ‘Che cosa ho fatto?’+ Ognuno continua a seguire la massa, come un cavallo che si lancia nella battaglia.   Anche la cicogna nei cieli conosce le sue stagioni;*la tortora, il rondone e il tordo* rispettano il tempo della migrazione.* Il mio popolo invece non capisce il giudizio di Geova”’.+   ‘Come potete dire: “Siamo saggi e abbiamo la legge* di Geova”? Il falso stilo*+ degli scribi* è stato usato solo per scrivere menzogne.   I saggi sono stati svergognati.+ Sono terrorizzati e saranno presi. Ecco, hanno rigettato le parole di Geova,e quale sapienza hanno? 10  Perciò darò le loro mogli ad altri uomini,i loro campi ad altri proprietari,+perché dal più piccolo al più grande ognuno guadagna in modo disonesto,+e dal profeta al sacerdote ognuno froda gli altri.+ 11  E cercano di sanare la ferita* del mio popolo con leggerezza,* dicendo: “C’è pace! C’è pace!”,mentre non c’è nessuna pace.+ 12  Si vergognano forse delle cose detestabili che hanno fatto? Non provano nessuna vergogna. Non sanno nemmeno cosa vuol dire vergognarsi!+ Perciò cadranno fra i caduti. Quando li punirò, inciamperanno’,+ dice Geova. 13  ‘Quando li raccoglierò’, dichiara Geova, ‘li annienterò. Non rimarrà uva sulla vite né fichi sul fico, e le foglie appassiranno. Quello che ho dato loro, ecco, lo perderanno’”. 14  “Perché ce ne stiamo seduti qui? Raduniamoci, entriamo nelle città fortificate+ e moriamo lì. Geova nostro Dio infatti ci annienterà,e ci darà da bere acqua avvelenata,+perché abbiamo peccato contro Geova. 15  C’era speranza di pace, ma non è successo niente di buono,di un tempo di guarigione, ma c’è terrore!+ 16  Da Dan si sente lo sbuffare dei suoi cavalli. Al nitrire dei suoi destrieril’intero paese trema. I nemici entrano e divorano il paese e tutto ciò che vi si trova,la città e i suoi abitanti”. 17  “Ecco, mando fra voi serpenti,serpi velenose che non possono essere incantate,e certamente vi morderanno”, dichiara Geova. 18  Il mio dolore è incurabile;il mio cuore è malato. 19  Da una terra lontana si sente un grido di aiutoche viene dalla figlia del mio popolo: “Geova non è in Sìon? Non è lì il suo re?” “Perché mi hanno offeso con le loro immagini scolpitee con i loro dèi stranieri senza valore?” 20  “La mietitura è passata, l’estate è finita,ma noi non siamo stati salvati!” 21  Sono affranto per la rovina della figlia del mio popolo;+sono abbattuto;sono in preda al terrore. 22  Non c’è balsamo* in Gàlaad?+ Non c’è nessun guaritore* lì?+ Perché la figlia del mio popolo non è guarita?+

Note in calce

O “tempi fissati”.
O forse “gru”.
O “del loro ritorno”.
O “insegnamento”.
O “penna”.
O “segretari”.
O “frattura”.
O “superficialità”.
O “balsamo lenitivo”.
O “medico”.

Approfondimenti

Galleria multimediale