Ezechiele 1:1-28

1  Nel 30o anno, nel 4o mese, il 5o giorno del mese, mentre ero fra gli esiliati+ presso il fiume Chebàr,+ i cieli si aprirono ed ebbi visioni divine.  Il quinto giorno del mese, cioè nel quinto anno dell’esilio del re Ioiachìn,+  il messaggio* di Geova fu rivolto a Ezechiele,* figlio di Buzi, il sacerdote, presso il fiume Chebàr nel paese dei caldei.+ Lì la mano di Geova fu su di lui.+  Mentre guardavo, ecco un vento tempestoso+ che veniva dal nord, una grande nuvola e un fuoco sfavillante*+ con una luce sfolgorante tutt’intorno, e in mezzo al fuoco c’era qualcosa di simile all’elettro.*+  In mezzo al fuoco c’erano quelle che sembravano quattro creature viventi,+ e ognuna di loro aveva l’aspetto di un uomo.  Ognuna aveva quattro facce e quattro ali.+  I loro piedi erano diritti e le piante dei loro piedi erano come quelle di un vitello, e splendevano come rame lucido.+  Sotto le ali, su tutti e quattro i lati, avevano mani umane; le quattro creature avevano facce e ali.  Le loro ali si toccavano l’una con l’altra. Quando avanzavano, non si voltavano; andavano ognuna dritto davanti a sé.+ 10  Quanto all’aspetto delle loro facce, tutt’e quattro avevano una faccia d’uomo, con una faccia di leone+ a destra e una faccia di toro+ a sinistra, e tutt’e quattro avevano una faccia+ d’aquila.+ 11  È così che erano le loro facce. Le loro ali erano spiegate verso l’alto. Ognuna aveva due ali che si toccavano l’una con l’altra e due che coprivano il corpo.+ 12  Andavano ognuna dritto davanti a sé, dovunque lo spirito le spingesse ad andare.+ Mentre avanzavano, non si voltavano. 13  Le creature viventi avevano l’aspetto di infuocati carboni ardenti; c’erano come delle torce di fuoco sfavillante che si muovevano da una parte all’altra fra le creature viventi, e dal fuoco si sprigionavano lampi.+ 14  E quando le creature viventi andavano e venivano, il loro movimento aveva l’aspetto del lampo. 15  Mentre guardavo le creature viventi, vidi che a terra c’era una ruota accanto a ognuna delle creature viventi con quattro facce.+ 16  Riguardo all’aspetto delle ruote e alla loro struttura, splendevano come crisolito; erano tutt’e quattro simili. Quanto ad aspetto e struttura, era come se una ruota fosse dentro a un’altra ruota.* 17  Quando si muovevano, potevano andare in tutt’e quattro le direzioni senza voltarsi. 18  I loro cerchi avevano un’altezza impressionante, e i cerchi di tutt’e quattro erano pieni di occhi tutt’intorno.+ 19  Quando le creature viventi si muovevano, le ruote si muovevano con loro, e quando le creature viventi si alzavano da terra, anche le ruote si alzavano.+ 20  Andavano dove lo spirito le spingeva ad andare, dovunque lo spirito andasse. Le ruote si alzavano con loro, perché lo spirito che agiva sulle creature viventi* era anche nelle ruote. 21  Quando si muovevano, anche le ruote si muovevano; quando stavano ferme, anche le ruote stavano ferme; quando si alzavano da terra, le ruote si alzavano con loro, perché lo spirito che agiva sulle creature viventi era anche nelle ruote. 22  Sopra le teste delle creature viventi c’era qualcosa di simile a una superficie, scintillante come impressionante ghiaccio, che si estendeva al di sopra delle loro teste.+ 23  Sotto quella superficie le loro ali erano diritte,* l’una verso l’altra. Ogni creatura aveva due ali per coprire un lato del corpo e due per coprire l’altro lato. 24  Sentivo il suono delle loro ali: era come il suono di acque scroscianti, come il suono dell’Onnipotente.+ Quando si muovevano, sembrava di sentire il tumulto di un esercito. Quando stavano ferme, abbassavano le ali. 25  Si sentiva una voce al di sopra della superficie che era sulla loro testa. (Quando stavano ferme, abbassavano le ali.) 26  Al di sopra della superficie che era sulla loro testa c’era qualcosa di simile alla pietra di zaffiro+ che sembrava un trono.+ Là in alto, seduto sul trono, c’era qualcuno che aveva l’aspetto di un uomo.+ 27  Vidi qualcosa che splendeva come l’elettro,+ qualcosa di simile a un fuoco che si sprigionava da quelli che sembravano i suoi fianchi in su. E dai suoi fianchi in giù vidi qualcosa di simile al fuoco.+ C’era uno splendore tutt’intorno a lui, 28  come quello di un arcobaleno+ tra le nubi in un giorno di pioggia. Così appariva lo splendore che c’era tutt’intorno. Era come l’aspetto della gloria di Geova.+ A quella vista mi inginocchiai con il viso a terra e sentii la voce di qualcuno che parlava.

Note in calce

Lett. “parola”.
Significa “Dio rafforza”.
O “lampi”.
Lucente lega di oro e argento.
Forse due ruote concentriche dello stesso diametro intersecate ad angolo retto.
Lett. “lo spirito della creatura vivente”.
O forse “si spiegavano diritte”.

Approfondimenti

Galleria multimediale