Deuteronomio 33:1-29

33  Ora questa è la benedizione che Mosè, l’uomo del vero Dio, pronunciò sugli israeliti prima della sua morte.+  Disse: “Geova venne dal Sinai,+e brillò su di loro da Sèir. Brillò con gloria dalla regione montuosa di Pàran,+e con lui c’erano sante miriadi,*+alla sua destra i suoi guerrieri.+   Aveva affetto per il suo popolo;+tutti quelli santi sono nella sua mano.+ Si misero a sedere ai suoi piedi+per ascoltare le sue parole.+   (Mosè ci diede un comando, una legge,+come eredità della congregazione di Giacobbe.)+   Ed Egli divenne re in Iesurùn,*+quando i capi del popolo si radunarono+insieme a tutte le tribù d’Israele.+   Ruben viva, non muoia,+e i suoi uomini non divengano pochi”.+   E su Giuda pronunciò questa benedizione:+ “Ascolta, o Geova, la voce di Giuda,+e voglia tu riportarlo al suo popolo. Le sue braccia hanno difeso* ciò che gli appartiene,e voglia tu aiutarlo contro i suoi avversari”.+   Di Levi disse:+ “I tuoi* Tummìm e i tuoi Urìm*+ appartengono all’uomo che ti è leale,+che mettesti alla prova a Massa,+ con cui iniziasti a contendere presso le acque di Merìba,+   l’uomo che disse di suo padre e sua madre: ‘Non ho mostrato loro considerazione’, che non riconobbe nemmeno i suoi fratelli+e ignorò i suoi propri figli. Custodirono la tua parola,e osservarono il tuo patto.+ 10  Insegnino a Giacobbe le tue decisioni giudiziarie+e a Israele la tua Legge.+ Offrano incenso dall’odore a te piacevole*+e un’offerta intera sul tuo altare.+ 11  Benedici, o Geova, la sua forza,e voglia tu provare piacere nell’opera delle sue mani. Spezza le gambe* di quelli che insorgono contro di lui,così che quelli che lo odiano non insorgano più”. 12  Di Beniamino disse:+ “Il prediletto di Geova risieda al sicuro presso di lui;mentre egli lo protegge tutto il giorno,risiederà fra le sue spalle”. 13  Di Giuseppe disse:+ “Il suo paese sia benedetto da Geova+con le cose scelte del cielo,con la rugiada e con le acque che sgorgano dal suolo,+ 14  con prodotti scelti cresciuti con il solee il raccolto migliore ogni mese,+ 15  con le cose migliori dei monti antichi*+e le cose scelte dei colli eterni, 16  con le cose scelte della terra e ciò che essa produce,+e con l’approvazione di Colui che risiede nel roveto.+ Vengano sulla testa di Giuseppe,sulla sommità del capo di colui che fu scelto tra i suoi fratelli.+ 17  Il suo splendore è come quello di un toro primogenito,e le sue corna sono le corna di un toro selvatico. Con esse spingerà* i popoli,tutti insieme, fino alle estremità della terra. Esse sono le decine di migliaia di Èfraim,+sono le migliaia di Manasse”. 18  Di Zàbulon disse:+ “Gioisci, o Zàbulon, nelle tue attività,*e tu, Ìssacar, nelle tue tende.+ 19  Chiameranno popoli al monte. Là offriranno i sacrifici di giustizia. Attingeranno dall’abbondante ricchezza* dei marie dai tesori nascosti della sabbia”. 20  Di Gad disse:+ “Benedetto colui che estende i confini di Gad.+ Sta lì come un leonepronto a sbranare braccio e testa. 21  Sceglierà per sé la prima porzione,+poiché là è la parte assegnata dal legislatore.+ I capi del popolo si raduneranno. Eseguirà la giustizia di Geovae le sue decisioni giudiziarie riguardo a Israele”. 22  Di Dan disse:+ “Dan è un giovane leone.+ Balzerà da Bàsan”.+ 23  Di Nèftali disse:+ “Nèftali è soddisfatto dell’approvazionee pieno della benedizione di Geova. Prendi possesso dell’occidente e del meridione”. 24  Di Àser disse:+ “Benedetto con figli è Àser. Ottenga il favore dei suoi fratelli,e affondi* i piedi nell’olio. 25  Di ferro e rame sono le serrature delle tue porte,+e sarai al sicuro tutti i tuoi giorni.* 26  Non c’è nessuno come il vero Dio+ di Iesurùn,+che cavalca nei cieli in tuo aiuto,che cavalca le nubi nella sua maestà.+ 27  Dio è un rifugio dai tempi antichi,+le sue braccia eterne sono sotto di te.+ Scaccerà il nemico davanti a te,+e dirà: ‘Annientalo!’+ 28  Israele vivrà al sicuro,e la fonte di Giacobbe starà in un luogo appartato,in un paese di grano e vino nuovo,+i cui cieli gronderanno di rugiada.+ 29  Felice sei tu, o Israele!+ Chi è simile a te,+un popolo salvato da Geova,+tuo scudo protettivo+e tua maestosa spada? Con ipocrisia i tuoi nemici si inchineranno davanti a te,+e tu calpesterai la loro schiena”.*

Note in calce

O “decine di migliaia di santi”.
Significa “giusto”, titolo onorifico dato a Israele.
O “conteso”.
In questo versetto Mosè si riferisce a Dio.
Lett. “incenso al tuo naso”.
O “fianchi”.
O forse “monti dell’oriente”.
O “incornerà”.
Lett. “nel tuo uscire”.
Lett. “succhieranno l’abbondanza”.
O “bagni”.
Lett. “e come i tuoi giorni sarà la tua forza”.
O forse “alture”.

Approfondimenti

Galleria multimediale