Giosuè 18:1-28

18  Tutta l’assemblea degli israeliti si congregò quindi a Silo,+ e lì montarono la tenda dell’incontro,*+ perché il paese ormai era soggiogato davanti a loro.+  Ma restavano ancora sette tribù d’Israele a cui non era stata assegnata alcuna eredità.  Giosuè disse dunque agli israeliti: “Quanto aspetterete prima di andare a prendere possesso del paese che Geova, l’Iddio dei vostri antenati, vi ha dato?+  Datemi tre uomini per tribù e io li manderò; questi dovranno andare, percorrere il paese e farne la descrizione per la suddivisione dell’eredità di ciascuna tribù. Poi dovranno tornare da me.  Se lo devono dividere in sette parti.+ Giuda rimarrà nel suo territorio a sud+ e la casa di Giuseppe rimarrà nel suo territorio a nord.+  Quanto a voi, fate la descrizione del paese dividendolo in sette parti e portatemela qui. Io getterò le sorti+ per voi qui, davanti a Geova nostro Dio.  Ma i leviti non hanno alcuna porzione in mezzo a voi,+ perché il sacerdozio di Geova è la loro eredità;+ e Gad, Ruben e la mezza tribù di Manasse+ hanno già preso la loro eredità a est del Giordano, che Mosè, servitore di Geova, aveva dato loro”.  Gli uomini si prepararono a partire, e a quelli che dovevano fare la descrizione del paese Giosuè comandò: “Andate, percorrete il paese e fatene la descrizione; poi tornate da me, e qui a Silo davanti a Geova getterò per voi le sorti”.+  Allora gli uomini andarono, percorsero il paese e, dividendolo in sette parti, ne fecero la descrizione in un libro con una lista delle città. Dopodiché tornarono da Giosuè all’accampamento di Silo. 10  Giosuè quindi gettò le sorti per loro a Silo davanti a Geova.+ Lì ripartì il paese tra gli israeliti in base alle loro porzioni.+ 11  Fu tirata a sorte la parte per la tribù di Beniamino in base alle sue famiglie, e il territorio toccato loro in sorte era tra quello dei discendenti di Giuda+ e quello dei discendenti di Giuseppe.+ 12  Il confine settentrionale partiva dal Giordano, saliva lungo il pendio settentrionale di Gèrico,+ continuava sul monte verso ovest e si estendeva fino al deserto di Bet-Àven.+ 13  Da lì proseguiva poi per Luz, sul pendio meridionale di Luz, vale a dire Bètel,+ e scendeva ad Ataròt-Addàr,+ sul monte che è a sud di Bet-Òron Inferiore.+ 14  Poi, dal monte di fronte a Bet-Òron, il confine girava verso sud e terminava a Chiriàt-Bàal, vale a dire Chiriàt-Iearìm,+ città di Giuda. Questo era il lato occidentale. 15  Il lato meridionale partiva dall’estremità di Chiriàt-Iearìm e si estendeva verso occidente; il confine arrivava alla sorgente delle acque di Neftòa.+ 16  Scendeva all’estremità del monte che è di fronte alla Valle del Figlio di Innòm,+ che è nella parte settentrionale della Valle* dei Refaìm,+ e proseguiva fino alla Valle di Innòm, al pendio meridionale dei gebusei,+ e giù fino a En-Roghèl.+ 17  Andava poi verso nord, si estendeva fino a En-Sèmes e raggiungeva Ghelilòt, che è di fronte alla salita di Adummìm,+ per scendere quindi alla pietra+ di Bòan,+ figlio di Ruben. 18  Proseguiva lungo il pendio settentrionale di fronte all’Àraba e scendeva all’Àraba. 19  Continuava per il pendio settentrionale di Bet-Ogla+ e terminava al golfo settentrionale del Mar Salato,*+ alla foce meridionale del Giordano. Questo era il confine meridionale. 20  E il Giordano serviva da confine orientale. Questi erano i confini dell’eredità dei discendenti di Beniamino in base alle loro famiglie. 21  Le città della tribù di Beniamino in base alle sue famiglie furono Gèrico, Bet-Ogla, Èmec-Chèziz, 22  Bet-Àraba,+ Zemaràim, Bètel,+ 23  Avvìm, Para, Ofra, 24  Chefàr-Ammóni, Ofni e Gheba:+ 12 città e i loro abitati. 25  Gàbaon,+ Rama, Beeròt, 26  Mizpe, Chefìra, Moza, 27  Rèchem, Irpeèl, Taràla, 28  Zela,+ Ha-Èlef, Gebùsi, vale a dire Gerusalemme,+ Ghibèa+ e Chiriàt: 14 città e i loro abitati. Questa era l’eredità dei discendenti di Beniamino in base alle loro famiglie.

Note in calce

O “Bassopiano”.
Cioè il Mar Morto.

Approfondimenti

Galleria multimediale