Seconda lettera a Timoteo 4:1-22

4  Davanti a Dio e a Cristo Gesù, il quale deve giudicare+ i vivi e i morti,+ ti ordino solennemente per la sua manifestazione+ e per il suo Regno:+  predica la parola,+ fallo con urgenza sia in tempi favorevoli che difficili, riprendi,+ rimprovera ed esorta, con ogni pazienza e arte di insegnare.+  Infatti ci sarà un tempo in cui non sopporteranno il sano* insegnamento,+ ma secondo i loro desideri si circonderanno di maestri che dicano loro quello che vogliono sentirsi dire.*+  Rifiuteranno di ascoltare la verità e presteranno attenzione a false storie.  Tu, comunque, mantieniti assennato* in ogni cosa, sopporta le sofferenze,+ svolgi l’opera di evangelizzatore,* compi pienamente il tuo ministero.+  Quanto a me, vengo già versato come una libagione,*+ e il tempo della mia liberazione+ è imminente.  Ho combattuto l’eccellente combattimento,+ ho corso la corsa sino alla fine,+ ho osservato la fede.  D’ora in poi mi è riservata la corona della giustizia,+ che il Signore, il giusto giudice,+ mi darà come ricompensa in quel giorno,+ e non solo a me, ma anche a tutti quelli che hanno amato la sua manifestazione.  Fa’ tutto il possibile per venire presto da me, 10  perché Dema,+ avendo amato l’attuale sistema di cose,* mi ha abbandonato e se n’è andato a Tessalonica, Crescente è andato in Galàzia, Tito in Dalmazia. 11  Solo Luca è con me. Porta con te Marco, perché mi è utile nel ministero. 12  Tìchico+ invece l’ho mandato a Efeso. 13  Quando vieni, portami il mantello che ho lasciato a Tròas* in casa di Carpo, e i rotoli, soprattutto le pergamene.* 14  Alessandro, il ramaio, mi ha arrecato molti danni. Geova* lo ripagherà secondo le sue azioni.+ 15  Guardati anche tu da lui, perché si è opposto al nostro messaggio in maniera estrema. 16  Nella mia prima difesa nessuno è stato al mio fianco; mi hanno abbandonato tutti, ma questo non sia imputato loro. 17  Il Signore però mi è stato vicino e mi ha infuso potenza, affinché per mezzo mio la predicazione della buona notizia fosse compiuta pienamente e tutte le nazioni la ascoltassero;+ e sono stato liberato dalla bocca del leone.+ 18  Il Signore mi libererà da ogni opera malvagia e mi salverà per il suo Regno celeste.+ A lui vada la gloria per i secoli dei secoli. Amen. 19  Da’ i miei saluti a Prisca e Aquila,+ e alla casa di Onesìforo.+ 20  Eràsto+ si è fermato a Corinto, mentre Tròfimo,+ che si è ammalato, l’ho lasciato a Milèto. 21  Fa’ tutto il possibile per arrivare prima dell’inverno. Ti mandano i loro saluti Èubulo, Pudènte, Lino, Claudia e tutti i fratelli. 22  Il Signore sia con lo spirito che tu mostri. La sua immeritata bontà* sia con voi.

Note in calce

O “benefico”.
O “per farsi solleticare gli orecchi”.
O “sobrio”.
O “continua a predicare la buona notizia”.
O “era”, “epoca”. Vedi Glossario, “sistema di cose”.
O “Tròade”.
Rotoli fatti di pelle animale.

Approfondimenti

Galleria multimediale