Primo libro dei Re 6:1-38

6  Nel 480o anno dopo l’uscita degli israeliti* dal paese d’Egitto,+ nel 4o anno dopo che era diventato re su Israele, nel mese di ziv*+ (cioè il 2o mese), Salomone cominciò a costruire la casa di Geova.*+  La casa che il re Salomone costruì per Geova era lunga 60 cubiti,* larga 20 cubiti e alta 30 cubiti.+  L’atrio*+ sul davanti del tempio* era largo 20 cubiti, quanto la casa,* e profondo 10 cubiti a partire dalla facciata della casa.  Fece per la casa finestre a strombatura.*+  Inoltre costruì una struttura laterale addossata al muro della casa; la struttura correva lungo i muri della casa, sia quelli del tempio* sia quelli della stanza più interna.+ Così fece stanze laterali tutt’intorno.+  Il piano inferiore delle stanze laterali era largo 5 cubiti, il piano di mezzo era largo 6 cubiti e il piano superiore era largo 7 cubiti, perché fece delle sporgenze* tutt’intorno alla casa, in modo che le travi non fossero inserite nei muri della casa.+  La casa fu costruita con pietre già squadrate nella cava,+ perché durante la costruzione non si sentisse nella casa il rumore di martelli, scuri o altri strumenti di ferro.  L’ingresso al piano inferiore delle stanze laterali era sul lato meridionale* della casa;+ una scala a chiocciola portava al piano di mezzo, e dal piano di mezzo a quello superiore.  Salomone continuò a costruire la casa, la completò+ e la coprì con travi e file di assi di cedro.+ 10  Tutt’intorno alla casa costruì le stanze laterali,+ ognuna alta 5 cubiti; erano collegate alla casa mediante legno di cedro. 11  Intanto Salomone ricevette questo messaggio* di Geova: 12  “Riguardo a questa casa che stai costruendo, se seguirai i miei decreti, attuerai le mie decisioni giudiziarie e osserverai tutti i miei comandamenti camminando in essi,+ anch’io manterrò verso di te la promessa che feci a tuo padre Davide,+ 13  e risiederò in mezzo agli israeliti+ e non abbandonerò il mio popolo Israele”.+ 14  Salomone continuò a costruire la casa per completarla. 15  Costruì i muri interni della casa con tavole di cedro. Rivestì i muri interni di legno, dal pavimento della casa fino alle travi del soffitto, e rivestì il pavimento della casa con tavole di ginepro.+ 16  Inoltre, in fondo alla casa ricavò un ambiente di 20 cubiti utilizzando tavole di cedro, dal pavimento fino alle travi; e dentro* fece la stanza più interna,+ il Santissimo.+ 17  E il tempio,*+ cioè la parte della casa davanti a esso, misurava 40 cubiti. 18  Il legno di cedro dentro la casa aveva intagli a forma di zucche+ e di fiori.+ Era tutto legno di cedro; non si vedeva alcuna pietra. 19  E preparò la stanza più interna+ dentro la casa per mettervi l’Arca del Patto di Geova.+ 20  La stanza più interna era lunga 20 cubiti, larga 20 cubiti e alta 20 cubiti;+ la rivestì d’oro puro. E rivestì di legno di cedro l’altare.+ 21  Salomone rivestì d’oro puro l’interno della casa+ e tese catenelle d’oro davanti alla stanza più interna,+ che era rivestita d’oro. 22  Rivestì d’oro l’intera casa, finché tutta la casa non fu completata; rivestì d’oro anche tutto l’altare+ che era vicino alla stanza più interna. 23  Nella stanza più interna fece 2 cherubini+ di legno di pino,* ognuno alto 10 cubiti.+ 24  Un’ala del cherubino era di 5 cubiti e l’altra ala era di 5 cubiti. Tra la punta di un’ala e la punta dell’altra ala c’erano 10 cubiti. 25  Anche il 2o cherubino era di 10 cubiti. I 2 cherubini avevano le stesse dimensioni e la stessa forma. 26  Un cherubino era alto 10 cubiti, così come lo era l’altro cherubino. 27  Mise quindi i cherubini+ dentro la casa interna.* Le loro ali erano spiegate: l’ala dell’uno arrivava fino a una parete e l’ala dell’altro arrivava fino all’altra parete. Le 2 ali che invece erano rivolte verso il centro della casa si toccavano l’una con l’altra. 28  E rivestì d’oro i cherubini. 29  Su tutte le pareti della casa, tutt’intorno alla stanza interna e a quella esterna,* intagliò figure di cherubini,+ palme+ e fiori.+ 30  Rivestì d’oro il pavimento della casa, sia nella stanza interna che in quella esterna. 31  E per l’ingresso della stanza più interna fece battenti di legno di pino, colonne laterali e stipiti, come una quinta parte.* 32  I 2 battenti erano di legno di pino. Intagliò su di essi cherubini, palme e fiori, e li rivestì d’oro; ricoprì d’oro battuto i cherubini e le palme. 33  Per l’ingresso del tempio* fece allo stesso modo gli stipiti di legno di pino, appartenenti a una quarta parte.* 34  Fece 2 porte di legno di ginepro. Ognuna aveva 2 battenti che giravano su perni.+ 35  Vi intagliò cherubini, palme e fiori, e rivestì gli intagli di una lamina d’oro. 36  Realizzò il cortile interno+ con 3 file di pietre squadrate e una fila di travi di cedro.+ 37  Nel 4o anno, nel mese di ziv,* furono gettate le fondamenta della casa di Geova,+ 38  e nell’11o anno, nel mese di bul* (cioè l’8o mese), la casa fu finita in tutti i dettagli, secondo il suo progetto.+ Salomone impiegò quindi 7 anni per costruirla.

Note in calce

Lett. “figli d’Israele”.
Un cubito corrispondeva a 44,5 cm. Vedi App. B14.
O “portico”.
Lett. “tempio della casa”.
O “si estendeva per 20 cubiti, per tutta la larghezza della casa”.
Cioè svasate obliquamente verso l’interno o l’esterno.
Qui in riferimento al Santo.
O “rientranze”.
Lett. “destro”.
Lett. “parola”.
Cioè dentro la casa.
Cioè il Santo, che era davanti al Santissimo.
Lett. “legno oleifero”, forse il pino di Alèppo.
Cioè il Santissimo.
Lett. “dentro e fuori”.
Forse in riferimento alla struttura del telaio della porta o alle dimensioni dei battenti.
Qui in riferimento al Santo.
Forse in riferimento alla struttura del telaio della porta o alle dimensioni dei battenti.

Approfondimenti

Galleria multimediale