Primo libro dei Re 4:1-34

4  Il re Salomone regnava su tutto Israele.+  Questi erano i suoi alti funzionari:* Azarìa, figlio di Zàdoc,+ era il sacerdote;  Eliòref e Ahìa, figli di Sisa, erano segretari;+ Giòsafat,+ figlio di Ailùd, era cancelliere;  Benaìa,+ figlio di Ieòiada, era a capo dell’esercito; Zàdoc e Abiatàr+ erano sacerdoti;  Azarìa, figlio di Nàtan,+ era sui delegati; Zabùd, figlio di Nàtan, era sacerdote e amico del re;+  Aisàr era incaricato della casa; Adoniràm,+ figlio di Abda, era a capo di quelli reclutati per i lavori obbligatori.+  Salomone aveva 12 delegati su tutto Israele, che provvedevano i viveri al re e alla sua casa. Ciascuno aveva la responsabilità di provvedere i viveri per un mese all’anno.+  Questi erano i loro nomi: il figlio di Hur, nella regione montuosa di Èfraim;  il figlio di Dècher, a Màcaz, a Saalbìm,+ a Bet-Sèmes e a Elòn-Bet-Hanàn; 10  il figlio di Hèsed, ad Arubbòt (aveva Soco e tutto il paese di Hèfer); 11  il figlio di Abinadàb, su tutti i pendii di Dor (Tafàt, figlia di Salomone, diventò sua moglie); 12  Baàna, figlio di Ailùd, a Taanàc, a Meghiddo+ e in tutta la regione di Bet-Seàn,+ che è confinante con Zaretàn ed è sotto Izreèl, da Bet-Seàn ad Abèl-Meòla fino alla regione di Iocmeàm;+ 13  il figlio di Ghèber, a Ramòt-Gàlaad+ (aveva gli accampamenti di Iaìr,+ figlio di Manasse, che sono in Gàlaad;+ aveva anche la regione di Argòb,+ che è in Bàsan:+ 60 grandi città con mura e sbarre di rame); 14  Ainadàb, figlio di Iddo, a Maanàim;+ 15  Ahimàaz, in Nèftali (sposò Basemàt, un’altra delle figlie di Salomone); 16  Baàna, figlio di Husài, in Àser e in Bealòt; 17  Giòsafat, figlio di Parùa, in Ìssacar; 18  Simèi,+ figlio di Ela, in Beniamino;+ 19  Ghèber, figlio di Uri, nel paese di Gàlaad,+ il paese di Sihòn,+ re degli amorrei, e di Og,+ re di Bàsan. C’era inoltre un delegato su tutti questi delegati nel paese. 20  Giuda e Israele erano numerosi come i granelli di sabbia lungo il mare;+ mangiavano, bevevano e si rallegravano.+ 21  Salomone dominava su tutti i regni dal Fiume*+ al paese dei filistei, e al confine con l’Egitto. Questi regni gli portarono tributi e lo servirono per tutti i giorni della sua vita.+ 22  I viveri di Salomone per ciascun giorno ammontavano a 30 cor* di fior di farina, 60 cor di farina, 23  10 bovini ingrassati, 20 bovini da pascolo e 100 pecore, oltre a cervi, gazzelle, caprioli e cuculi ingrassati. 24  Salomone aveva il controllo di tutto ciò che era da questa parte del Fiume,*+ da Tifsa a Gaza,+ inclusi tutti i re da questa parte del Fiume; e ci fu pace in ogni regione intorno a lui.+ 25  Giuda e Israele vissero al sicuro, ognuno sotto la sua vite e sotto il suo fico, da Dan a Beèr-Seba,* per tutti i giorni di Salomone. 26  E Salomone aveva 4.000* stalle di cavalli per i suoi carri e 12.000 cavalli.*+ 27  I delegati provvedevano i viveri al re Salomone e a tutti quelli che mangiavano alla sua tavola. Ciascuno era responsabile per il suo mese e si accertava che non mancasse nulla.+ 28  E ovunque fosse necessario, portavano ciascuno secondo la propria quota anche orzo e paglia per i cavalli, inclusi i cavalli che trainavano i carri. 29  E Dio diede a Salomone sapienza e discernimento in grandissima misura, e un cuore con una perspicacia vasta come la sabbia che è sulla spiaggia del mare.+ 30  La sapienza di Salomone superava la sapienza di tutti gli orientali e tutta la sapienza dell’Egitto.+ 31  Era più saggio di ogni altro uomo, più di Etàn+ l’ezraita e di Emàn,+ Calcòl+ e Darda, figli di Maòl; la sua fama si diffuse in tutte le nazioni circostanti.+ 32  Compose* 3.000 proverbi,+ e i suoi canti+ furono 1.005. 33  Parlava degli alberi, dal cedro del Libano all’issopo+ che cresce sui muri; parlava degli animali,+ degli uccelli,*+ delle creature striscianti*+ e dei pesci. 34  Gente di ogni nazione veniva per ascoltare la sapienza di Salomone, inclusi re di tutta la terra che avevano sentito parlare della sua sapienza.+

Note in calce

O “principi”.
Cioè l’Eufrate.
Un cor corrispondeva a 220 l. Vedi App. B14.
Cioè a ovest dell’Eufrate.
O “Bersabèa”.
Questa cifra compare in alcuni manoscritti e nel racconto parallelo. Altri manoscritti dicono 40.000.
O “cavalieri”.
O “pronunciò”.
O “creature volatili”.
Forse includono rettili e insetti.

Approfondimenti

Galleria multimediale