Salmo 105:1-45

105  Rendete grazie a Geova, invocate il suo nome,+Fate conoscere fra i popoli le sue gesta.+   Cantate a lui, innalzategli melodie,+Occupatevi di tutte le sue meravigliose opere.+   Vantatevi del suo santo nome.+Si rallegri il cuore di quelli che cercano Geova.+   Ricercate Geova e la sua forza.+Cercate di continuo la sua faccia.+   Ricordate le meravigliose opere che ha compiuto,+I suoi miracoli e le decisioni giudiziarie della sua bocca,+   O seme di Abraamo suo servitore,+Figli di Giacobbe, suoi eletti.+   Egli è Geova nostro Dio.+Le sue decisioni giudiziarie sono in tutta la terra.+   Ha ricordato il suo patto fino a tempo indefinito,+La parola che comandò, per mille generazioni,+   Il quale [patto] concluse* con Abraamo,+E la sua dichiarazione giurata a Isacco,+ 10  E la quale [dichiarazione]* tenne in vigore come regolamento anche per Giacobbe,Come patto di durata indefinita anche per Israele,+ 11  Dicendo: “A te darò il paese di Canaan+Come parte assegnata della vostra eredità”.+ 12  [Questo avvenne] quando erano* pochi di numero,+Sì, pochissimi, e residenti forestieri in esso.+ 13  E camminavano di nazione in nazione,+Da un regno a un altro popolo.+ 14  Non permise ad alcun uomo* di defraudarli,+Ma a causa d’essi riprese dei re,+ 15  [Dicendo:] “Non toccate i miei unti,*+E non fate nulla di male ai miei profeti”.+ 16  E invocava la carestia sul paese;+Ruppe ogni verga a cui si sospendevano pani a ciambella.*+ 17  Mandò davanti a loro un uomo*Che fu venduto come schiavo, Giuseppe.+ 18  Afflissero con i ceppi i suoi piedi,+La sua anima entrò nei ferri;+ 19  Fino al tempo in cui venne la sua parola,*+Il detto* di Geova stesso lo raffinò.+ 20  Il re mandò a liberarlo,+Il governante dei popoli, a scioglierlo. 21  Lo pose come padrone sulla sua casa+E come governante su tutta la sua proprietà,+ 22  Per legare i suoi principi in maniera gradita alla sua anima*+E al fine d’insegnare la sapienza pure ai suoi anziani.+ 23  E Israele entrava in Egitto,+E Giacobbe stesso risiedette come forestiero nel paese di Cam.+ 24  E continuò a rendere il suo popolo molto fecondo,+E gradualmente li rese più potenti dei loro avversari.+ 25  Lasciò cambiare il loro cuore perché odiassero il suo popolo,+Perché si comportassero con astuzia contro i suoi servitori.+ 26  Mandò Mosè suo servitore,+Aaronne che aveva scelto.+ 27  Posero* fra loro le cose dei suoi segni,+E i miracoli nel paese di Cam.+ 28  Mandò le tenebre e così lo oscurò;+Ed essi non si ribellarono contro le sue parole.+ 29  Cambiò le loro acque in sangue,+E metteva a morte il loro pesce.+ 30  Il loro paese brulicò di rane,+Nelle stanze interne dei loro re. 31  Disse che entrassero i tafani,+Culici in tutti i loro territori.+ 32  Fece dei loro rovesci di pioggia grandine,+Un fuoco fiammeggiante sul loro paese.+ 33  E colpiva le loro viti e i loro fichiE spezzava gli alberi del loro territorio.+ 34  Disse che entrassero le locuste,+E una specie di locusta,* pure senza numero.+ 35  E mangiavano tutta la vegetazione nel loro paese;+Mangiavano anche il frutto del loro suolo. 36  E abbatteva ogni primogenito nel loro paese,+Il principio di tutto il loro potere generativo.+ 37  E li faceva uscire con argento e oro;+E fra le sue tribù non c’era nessuno che inciampasse. 38  L’Egitto si rallegrò quando uscirono,Poiché il terrore d’essi era caduto su di loro.+ 39  Egli stese una nuvola come uno schermo,+E fuoco per fare luce di notte.+ 40  Essi chiesero,* e faceva venire le quaglie,+E li saziava con pane dal cielo.+ 41  Aprì la roccia, e ne sgorgavano acque;+Queste attraversarono le regioni aride come un fiume.+ 42  Poiché si ricordò della sua santa parola* con Abraamo suo servitore.+ 43  Fece dunque uscire il suo popolo con esultanza,+I suoi eletti pure con grido di gioia.+ 44  E gradualmente diede loro i paesi delle nazioni,+E prendevano possesso del prodotto del duro lavoro dei gruppi nazionali,+ 45  Affinché osservassero i suoi regolamenti+E adempissero le sue proprie leggi.+Lodate Iah!+

Note in calce

Lett. “tagliò”.
“La quale [dichiarazione]”: ebr. ha, suffisso pronominale femm. del verbo, riferito quindi all’espressione femm. “dichiarazione giurata” del v. 9.
“Erano”, MLXXVg; TSy, molti mss. ebr. e 1Cr 16:19, “eravate”.
O, “uomo terreno”. Ebr. ʼadhàm.
“I miei unti”: ebr. vimshichài; gr. christòn; sir. lamshichai; lat. christos.
Lett. “ogni verga del pane”.
“Uomo”: ebr. ʼish.
“La sua parola”: o, “la parola di Uno”. Ebr. dhevaròh.
“Il detto di”: ebr. ʼimràth.
“In maniera gradita alla sua anima”: lett. “nella (mediante la) sua anima”. Ebr. benafshòh.
“Posero”, MT; LXXSyVg, “Pose”.
“Una specie di locusta”: o, “la larva della cavalletta”. Vedi nt. a Gle 1:4.
“Essi chiesero”, TLXXSyVg; M, “Egli chiese”, in senso collettivo.
O, “promessa”. Cfr. il v. 8.