1 Cronache 10:1-14

10  E i filistei,+ da parte loro, fecero guerra a Israele; e gli uomini d’Israele fuggivano d’innanzi ai filistei e cadevano uccisi sul monte Ghilboa.+  E i filistei incalzavano Saul e i suoi figli; e i filistei abbattevano Gionatan+ e Abinadab+ e Malchi-Sua,+ figli di Saul.+  E il combattimento si intensificò contro Saul; e quelli che tiravano con l’arco alla fine lo trovarono, e fu ferito dai tiratori.+  Quindi Saul disse al suo scudiero:+ “Trai la tua spada+ e trafiggimi con essa, affinché questi incirconcisi+ non vengano e certamente mi trattino in maniera ingiuriosa”.+ E il suo scudiero non volle,+ perché aveva molto timore. Saul prese dunque la spada e si gettò su di essa.+  Quando il suo scudiero vide che Saul era morto, allora si gettò anche lui sulla spada e morì.+  Così Saul e tre suoi figli morirono,+ e tutti quelli della sua casa morirono insieme.  Quando tutti gli uomini d’Israele che erano nel bassopiano videro che erano fuggiti e che Saul e i suoi figli erano morti, lasciavano le loro città e fuggivano;+ dopo di che i filistei vennero e presero a dimorarvi.  E il giorno dopo avvenne che, quando i filistei vennero per spogliare+ gli uccisi, trovarono Saul e i suoi figli caduti sul monte Ghilboa.+  E lo spogliavano e gli toglievano la testa+ e l’armatura e mandavano nel paese dei filistei tutt’intorno per informare+ i loro idoli+ e il popolo. 10  Infine misero la sua armatura nella casa del loro dio,*+ e il suo teschio lo fissarono alla casa di Dagon.+ 11  E tutti quelli di Iabes+ di Galaad udivano tutto ciò che i filistei avevano fatto a Saul.+ 12  Tutti gli uomini valorosi dunque si levarono e portarono via il cadavere di Saul e i cadaveri dei suoi figli e li portarono a Iabes e seppellirono le loro ossa sotto il grosso albero+ a Iabes;+ e digiunavano+ per sette giorni. 13  Così Saul morì per l’infedeltà con la quale aveva agito infedelmente+ contro Geova circa la parola di Geova che non aveva osservato e anche per aver chiesto di una medium spiritica+ per consultarla. 14  E non consultò Geova.+ Di conseguenza egli lo mise a morte e trasferì il regno a Davide figlio di Iesse.+

Note in calce

“Loro dio”: o, “loro dèi”. Ebr. ʼelohehhèm, pl. di ʼelòhah, per indicare eccellenza, riferito al dio filisteo Dagon; gr. theoù; lat. dei. Cfr. nt. a Gdc 16:23.