Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Lingua dei segni italiana

La Torre di Guardia (per lo studio)  |  gennaio 2014

Ragazzi, fate scelte sagge

Ragazzi, fate scelte sagge

Giovani e anche vergini lodino il nome di Geova (SAL. 148:12, 13)

1. Quali meravigliose opportunità stanno cogliendo molti giovani cristiani?

VIVIAMO in tempi memorabili: milioni di persone di tutte le nazioni stanno abbracciando la vera adorazione, cosa che non ha precedenti nella storia (Riv. 7:9, 10). Molti giovani stanno avendo esperienze emozionanti nell’aiutare altri a “[prendere] l’acqua della vita gratuitamente” (Riv. 22:17). Alcuni di loro conducono studi biblici dando così alle persone la possibilità di migliorare il proprio modo di vivere. Altri parlano con zelo della buona notizia in territori di lingua straniera (Sal. 110:3; Isa. 52:7). Cosa potete fare per avere una parte ancor più significativa nell’opera che oggi viene compiuta dal popolo di Geova?

2. Perché si può dire che l’esempio di Timoteo dimostra che Geova è disposto ad affidare responsabilità ai giovani? (Vedi l’illustrazione iniziale.)

2 Voi ragazzi siete nella posizione di fare scelte che in seguito potrebbero aprirvi altre porte, soddisfacenti opportunità di servire Dio. Per esempio, Timoteo fece evidentemente scelte sagge che poi gli permisero, all’età di circa 20 anni, di intraprendere il servizio missionario (Atti 16:1-3). A quanto pare di lì a pochi mesi Paolo, che era stato costretto a lasciare la congregazione di Tessalonica appena formata a causa dell’opposizione violenta, incaricò il giovane Timoteo di tornare in quella città per rafforzare i fratelli (Atti 17:5-15; 1 Tess. 3:1, 2, 6). Riuscite a immaginare come si sarà sentito Timoteo quando ricevette tale incarico?

LA SCELTA PIÙ IMPORTANTE

3. Qual è la scelta più importante che si possa fare nella vita, e quando andrebbe fatta?

3 Da giovani si prendono decisioni importanti. La scelta più importante in assoluto che una persona possa fare è quella di servire Geova, e anche questa andrebbe fatta quando si è giovani. Geova infatti dice: “Ricorda [...] il tuo grande Creatore nei giorni della tua giovinezza” (Eccl. 12:1). L’unico modo in cui potete ‘ricordare’ Geova è quello di servirlo con tutto il cuore (Deut. 10:12). È una scelta che determinerà l’intero corso della vostra vita (Sal. 71:5).

4. Oltre a quella di servire Geova, quali altre scelte importanti influiranno sul servizio che potete rendergli?

4 Ovviamente quella di servire Geova non è l’unica scelta che influisce sul vostro futuro. Per esempio dovrete decidere se sposarvi, chi sarà il vostro coniuge e che lavoro svolgerete. Sono senz’altro questioni importanti, ma è saggio che prima di tutto decidiate se volete servire Geova al massimo delle vostre possibilità (Deut. 30:19, 20). Perché? Perché tutte queste scelte sono interdipendenti. Le decisioni che prenderete in fatto di matrimonio e lavoro influiranno sul servizio che renderete a Dio. (Confronta Luca 14:16-20.) D’altro canto, il desiderio di servire Dio influirà sulle scelte che farete in quanto a matrimonio e lavoro. Perciò prendete prima le decisioni più importanti (Filip. 1:10).

COSA FARETE ORA CHE SIETE GIOVANI?

5, 6. Spiegate in che modo fare le scelte giuste può portare ad avere belle esperienze. (Vedi anche l’articolo “La decisione che presi da bambino”, in questo stesso numero.)

5 Dopo aver scelto di servire Dio, potete riflettere su cosa vuole che facciate e poi decidere come servirlo. Un fratello giapponese ha scritto: “Una volta, quando avevo 14 anni, ero in servizio con un anziano di congregazione, il quale notò che svolgevo il ministero controvoglia. Con gentilezza mi disse: ‘Vai a casa, Yuichiro; siediti alla tua scrivania e pensa attentamente a tutto quello che Geova ha fatto per te’. Seguii il consiglio, anzi, continuai a riflettere e a pregare per alcuni giorni. Un po’ alla volta il mio atteggiamento cambiò, e ben presto cominciai a provare piacere nel servire Geova. Leggevo avidamente le esperienze dei missionari, e maturai il desiderio di servirlo più pienamente.

6 “Iniziai a prendere decisioni che un giorno mi avrebbero dato la possibilità di servire Geova in un paese straniero”, aggiunge Yuichiro. “Per esempio mi iscrissi a un corso di inglese. Finite le superiori mi misi a insegnare inglese part time, il che mi permise di fare il pioniere. A 20 anni cominciai a imparare il mongolo e conobbi dei fratelli associati a un gruppo di lingua mongola. Due anni più tardi, nel 2007, feci un viaggio in Mongolia. Uscendo in servizio con alcuni pionieri mi resi conto che tante persone erano alla ricerca della verità, e questo fece nascere in me il desiderio di trasferirmi lì per dare una mano. Tornai perciò in Giappone per organizzare le cose. Dall’aprile del 2008 faccio il pioniere in Mongolia. La vita non è facile, ma le persone ascoltano la buona notizia e ho la possibilità di aiutarle ad avvicinarsi a Geova. Sono convinto di aver scelto il miglior modo di vivere”.

7. Quali scelte possiamo fare solo noi, e di che esempio ci è Mosè?

7 Ogni Testimone deve scegliere come usare la propria vita al servizio di Geova (Gios. 24:15). Nessuno può decidere al posto vostro se vi sposerete, chi sarà il vostro coniuge e che lavoro farete. Sceglierete una professione che non richiede una formazione molto lunga? Alcuni di voi ragazzi vivono in villaggi poveri; altri in città ricche. Siete molto diversi in quanto a personalità, capacità, esperienze, interessi e mete spirituali, probabilmente come i ragazzi ebrei nell’antico Egitto erano diversi rispetto al giovane Mosè. Lui godeva dei privilegi legati all’appartenenza alla famiglia reale, mentre i suoi coetanei ebrei erano schiavi (Eso. 1:13, 14; Atti 7:21, 22). Come voi, vivevano in tempi memorabili (Eso. 19:4-6). Ognuno di loro doveva decidere se servire Geova con tutto il cuore. Mosè fece la scelta giusta. (Leggi Ebrei 11:24-27.)

8. Su quale aiuto possono contare i ragazzi per fare scelte sagge nella vita?

8 Geova può aiutarvi a fare scelte sagge mentre siete giovani. Vi provvede princìpi che potete seguire a prescindere dalle vostre circostanze (Sal. 32:8). Inoltre i vostri genitori cristiani e gli anziani di congregazione possono aiutarvi a ragionare su come metterli in pratica (Prov. 1:8, 9). Esaminiamo dunque tre princìpi biblici basilari grazie ai quali potrete fare scelte sagge che influiranno in modo positivo sul vostro futuro.

TRE PRINCÌPI GUIDA

9. (a) In che senso dandoci libertà di scelta Geova ci nobilita? (b) Quando cerchiamo prima il Regno, quali opportunità ci si presentano?

9 Cercate prima il Regno di Dio e la sua giustizia. (Leggi Matteo 6:19-21, 24-26, 31-34.) Geova vi nobilita dandovi libertà di scelta. Non vi dice in che misura dovreste impiegare la vostra giovinezza nella predicazione. Ma Gesù ci ha insegnato l’utile principio di cercare prima il Regno. Applicandolo avrete l’opportunità di mostrare che amate Dio, che vi interessate del prossimo e che siete grati per la speranza della vita eterna. Le vostre scelte riguardo a matrimonio e lavoro dimostreranno che vi preoccupate principalmente delle cose materiali o che “[cercate] prima il regno e la Sua giustizia”?

10. Cosa rendeva felice Gesù, e quali scelte renderanno felici voi?

10 Provate la felicità che deriva dal servire altri. (Leggi Atti 20:20, 21, 24, 35.) Gesù ci insegnò benignamente questo fondamentale principio di vita. Lui stesso era una persona molto felice perché faceva la volontà di suo Padre anziché la propria. Provava gioia nel vedere le persone mansuete accettare la buona notizia (Luca 10:21; Giov. 4:34). Forse avete già sperimentato la felicità che deriva dall’aiutare altri. Se prendete le decisioni più importanti della vostra vita sulla base dei princìpi che ci ha insegnato Gesù, sarete felici voi ma lo sarà anche Geova (Prov. 27:11).

11. Perché Baruc perse la gioia, e quale consiglio gli diede Geova?

11 La felicità più grande si prova quando si serve Geova (Prov. 16:20). A quanto pare Baruc, segretario di Geremia, lo dimenticò. A un certo punto della sua vita perse la gioia di servire Geova, il quale gli disse: “Tu continui a cercare grandi cose per te stesso. Non continuare a cercare. Poiché, ecco, io farò venire la calamità su ogni carne [...] e certamente ti darò la tua anima come spoglia in tutti i luoghi nei quali andrai” (Ger. 45:3, 5). Che ne pensate? Cosa avrebbe reso felice Baruc, cercare grandi cose o rimanere fedele a Dio e sopravvivere alla distruzione di Gerusalemme? (Giac. 1:12).

12. Quale scelta ha fatto Ramiro che lo ha portato ad avere una vita felice?

12 Un fratello che prova felicità nel servire altri è Ramiro. “Vengo da una famiglia povera e sono cresciuto in un villaggio sulla cordigliera delle Ande”, dice, “per cui quando mio fratello maggiore si offrì di pagarmi gli studi universitari mi si presentò una grande opportunità. Ma da poco mi ero battezzato come testimone di Geova e avevo ricevuto un’altra proposta: un pioniere mi aveva invitato a predicare insieme a lui in un paesino. Mi trasferii lì, imparai a tagliare i capelli e aprii un negozio di barbiere per mantenermi. Molti accettavano con entusiasmo di studiare la Bibbia con noi. In seguito mi unii a una congregazione appena formata che teneva le adunanze in una lingua indigena. Ora sono dieci anni che svolgo il ministero a tempo pieno. Nessuna professione potrebbe darmi la stessa gioia che provo aiutando le persone a imparare la buona notizia nella loro madrelingua”.

Ramiro serve Geova con gioia fin da quando era un ragazzo (Vedi il paragrafo 12)

13. Perché la giovinezza è un momento ideale per servire Geova pienamente?

13 Provate la gioia che deriva dal servire Geova da giovani. (Leggi Ecclesiaste 12:1.) Non pensate che per servire Geova occorra prima trovare un buon lavoro. La giovinezza è un periodo ideale per cominciare a servirlo pienamente. Molti ragazzi hanno meno responsabilità familiari e hanno dalla loro la salute e il vigore per cimentarsi in forme di servizio più impegnative. Cosa desiderate fare per Geova mentre siete giovani? Forse avete la meta di diventare pionieri, o di servire in un territorio di lingua straniera. O forse vorreste impegnarvi di più nella vostra congregazione. Indipendentemente dall’obiettivo che vi siete prefissi, avrete bisogno di un lavoro per mantenervi. Quanto sarà lungo il periodo di formazione? Cosa sceglierete di fare?

I PRINCÌPI BIBLICI AIUTANO A FARE SCELTE SAGGE

14. A cosa bisogna stare attenti quando si progetta il proprio futuro?

14 I tre princìpi biblici che abbiamo esaminato possono aiutarvi a valutare le possibilità di impiego. Indubbiamente insegnanti, tutor e altre figure simili hanno una certa conoscenza del mercato del lavoro. O forse c’è un ufficio pubblico che può orientarvi verso le professioni più richieste localmente o nel posto in cui desiderate trasferirvi. Questi servizi possono essere utili, ma fate attenzione: chi non ama Geova potrebbe tentare di inculcare in voi l’amore per il mondo (1 Giov. 2:15-17). Nel valutare ciò che il mondo ha da offrire, ricordate che il cuore può facilmente ingannarvi (leggi Proverbi 14:15; Ger. 17:9).

15, 16. Chi può darvi i consigli migliori in merito al lavoro da scegliere?

15 Una volta compreso quali sono le possibilità di impiego, avete bisogno di una guida valida (Prov. 1:5). Chi può aiutarvi a decidere alla luce dei princìpi biblici? Ascoltate chi ama Geova, vi vuole bene e conosce a fondo le vostre circostanze. Vi aiuterà ad analizzare le vostre attitudini e i vostri motivi. Forse quello che vi dirà vi indurrà a rivedere le mete che vi siete posti. Se i vostri genitori amano Geova potete contare su un aiuto inestimabile. Gli anziani della vostra congregazione sono uomini spiritualmente qualificati che possono darvi consigli utili. Parlate anche con pionieri e sorveglianti viaggianti. Chiedete loro perché hanno deciso di intraprendere il servizio a tempo pieno. Come sono diventati pionieri, e come hanno provveduto alle loro necessità economiche? Quali soddisfazioni hanno avuto nel ministero? (Prov. 15:22).

16 Chi vi conosce bene può consigliarvi con discernimento. Per esempio, supponiamo che vogliate abbandonare la scuola e intraprendere il servizio di pioniere semplicemente perché studiare vi sembra troppo faticoso. Una persona che vi vuole bene potrebbe discernere i vostri motivi e aiutarvi a capire che la scuola insegna a non arrendersi subito, caratteristica indispensabile se desiderate servire Geova pienamente (Sal. 141:5; Prov. 6:6-10).

17. Quali scelte dovremmo evitare di fare?

17 Tutti quelli che servono Geova prima o poi dovranno fare i conti con influenze che potrebbero allontanarli da lui (1 Cor. 15:33; Col. 2:8). Ma alcune professioni potrebbero presentare più pericoli spirituali di altre. Conoscete qualcuno che ha fatto “naufragio riguardo alla [sua] fede” dopo aver scelto un certo tipo di lavoro? (1 Tim. 1:19). È senz’altro saggio evitare di fare scelte che possono mettere a repentaglio la propria relazione con Dio (Prov. 22:3).

FELICI DI ESSERE CRISTIANI

18, 19. Cosa dovrebbe fare chi ancora non se la sente di servire Geova in misura più piena?

18 Se avete coltivato il desiderio di servire Geova, sfruttate le opportunità che avete adesso che siete giovani. Fate scelte che vi permettano di servirlo con soddisfazione in questi tempi memorabili (Sal. 148:12, 13).

19 Se invece ancora non ve la sentite di servire Geova in misura più piena, cosa dovreste fare? Non smettete di rafforzare la vostra fede. Dopo aver parlato dei suoi sforzi per vivere in modo tale da ricevere le benedizioni di Dio, Paolo scrisse: “Se sotto qualche aspetto avete un’altra inclinazione mentale, Dio vi rivelerà la suddetta attitudine. In ogni modo, fin dove abbiamo fatto progresso, continuiamo a camminare ordinatamente in questa stessa condotta” (Filip. 3:15, 16). Non dimenticate che Geova vi ama e che, più di chiunque altro, può aiutarvi a fare scelte sagge durante la vostra giovinezza.