Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al sommario

La creazione rivela l’Iddio vivente

La creazione rivela l’Iddio vivente

Degno sei, Geova, Dio nostro, di ricevere la gloria, perché tu creasti tutte le cose (RIV. 4:11)

1. Cosa dobbiamo fare se vogliamo che la nostra fede rimanga forte?

MOLTI affermano di credere solo in ciò che vedono. Dato che, come dice la Bibbia, “nessun uomo ha mai visto Dio”, come possiamo aiutare queste persone ad acquistare fede in lui? (Giov. 1:18). Come possiamo, inoltre, mantenere forte la nostra fede nell’“invisibile Iddio”? (Col. 1:15). Un primo passo consiste nell’individuare gli insegnamenti che oscurano la verità su Geova. Poi dobbiamo imparare a usare bene la Bibbia per confutare qualsiasi ‘ragionamento innalzato contro la conoscenza di Dio’ (2 Cor. 10:4, 5).

2, 3. Quali due insegnamenti impediscono alle persone di discernere la verità riguardo a Dio?

2 Un falso insegnamento molto diffuso che impedisce alle persone di discernere la verità riguardo a Dio è la teoria dell’evoluzione. Questo “ragionamento” umano contraddice la Bibbia e priva le persone della speranza. Nella sua enunciazione più basilare, la teoria dell’evoluzione asserisce che tutte le forme di vita sono venute all’esistenza in modo spontaneo. Stando così le cose, la vita degli esseri umani sarebbe priva di scopo.

3 Dall’altro lato, gruppi religiosi creazionisti sostengono che l’universo, incluso il nostro pianeta e tutto ciò che vi si trova, ha solo qualche migliaio di anni. Coloro che insegnano il creazionismo hanno grande rispetto per la Bibbia, ma credono che Dio abbia creato tutte le cose in sei giorni di 24 ore, poche migliaia di anni fa. Respingono prove scientifiche attendibili che contraddicono le loro convinzioni. Di fatto, quindi, il creazionismo scredita la Bibbia facendola apparire assurda e inaccurata. Quelli che promuovono queste idee forse ci ricordano alcuni che nel I secolo avevano zelo verso Dio “ma non secondo accurata conoscenza” (Rom. 10:2). Come possiamo usare la Parola di Dio per confutare “cose fortemente trincerate” come l’evoluzionismo e il creazionismo? * Possiamo riuscirci solo se ci impegniamo a fondo per acquistare personalmente accurata conoscenza degli insegnamenti biblici.

LA FEDE SI BASA SUI FATTI E SULLA LOGICA

4. Su cosa dovrebbe basarsi la nostra fede?

4 La Bibbia ci insegna a considerare la conoscenza come un tesoro (Prov. 10:14). Geova vuole che la nostra fede in lui si basi su prove concrete e sulla logica, non su filosofie umane o tradizioni religiose. (Leggi Ebrei 11:1.) Per edificare una forte fede in Dio, dobbiamo innanzitutto convincerci della sua esistenza. (Leggi Ebrei 11:6.) Giungiamo a questa conclusione non perché vogliamo crederci a tutti i costi, ma perché esaminiamo i fatti usando la nostra “facoltà di ragionare” (Rom. 12:1).

5. Qual è una ragione che ci convince dell’esistenza di Dio?

5 L’apostolo Paolo fornì una ragione che ci convince dell’esistenza di Dio anche se non possiamo vederlo quando scrisse: “Le sue invisibili qualità, perfino la sua sempiterna potenza e Divinità, si vedono chiaramente fin dalla creazione del mondo, perché si comprendono dalle cose fatte” (Rom. 1:20). Come potremmo aiutare una persona che dubita dell’esistenza di Dio a comprendere quanto siano vere le ispirate parole di Paolo? Potremmo illustrarle alcune delle seguenti prove fornite dalla creazione che rivelano la potenza e la sapienza del Creatore.

LA CREAZIONE RIVELA LA POTENZA DI GEOVA

6, 7. In che modo due “scudi” che garantiscono la nostra incolumità rivelano la potenza di Geova?

6 La potenza di Geova è evidente da due “scudi” che garantiscono la nostra incolumità: l’atmosfera e il campo magnetico terrestre. La prima non si limita a provvederci aria da respirare. Ci protegge anche dalla maggior parte di quei detriti che, vagando nello spazio, entrano in rotta di collisione con la Terra. A contatto con l’atmosfera, infatti, frammenti di roccia che potrebbero causare notevoli danni si inceneriscono dando luogo a bellissime scie luminose nel cielo notturno.

7 Il secondo scudo ha origine negli strati più profondi del nostro pianeta. Il nucleo esterno della Terra, composto da ferro e nichel allo stato fluido, genera un potente campo magnetico che la avvolge e si estende di molto nello spazio. Tale campo magnetico ci protegge dalle radiazioni cosmiche prodotte dai brillamenti solari e da esplosioni che avvengono nella regione più esterna del sole. Grazie al campo magnetico terrestre queste ondate di energia vengono assorbite e deviate, il che scongiura l’estinzione della vita. Segni visibili dell’attività di questo scudo sono le aurore polari, spettacolari fenomeni luminosi osservabili nell’atmosfera vicino ai poli. Geova è indubitabilmente “vigoroso in potenza”. (Leggi Isaia 40:26.)

LA CREAZIONE RIVELA LA SAPIENZA DI GEOVA

8, 9. Perché si può dire che i cicli che rendono possibile la vita rivelano la sapienza di Geova?

8 La sapienza di Geova è evidente nei cicli che rendono possibile la vita sulla terra. Immaginiamo di vivere in una città cinta da mura e densamente popolata dove è impossibile approvvigionarsi di acqua potabile e smaltire i rifiuti. Nel giro di poco tempo le condizioni igieniche e la mancanza d’acqua renderebbero la città inabitabile. In un certo senso, il nostro pianeta è come quella città: è dotato di una limitata riserva di acqua potabile, e non è affatto facile smaltire tutti i rifiuti. Eppure questa “città” riesce a sostenere la vita di miliardi di esseri viventi, generazione dopo generazione. Come ci riesce? In virtù della sua strabiliante capacità di riciclare o scambiare i prodotti indispensabili alla vita.

9 Prendiamo ad esempio il ciclo dell’ossigeno. Miliardi di creature inspirano ossigeno ed espirano anidride carbonica. Ciò nonostante, l’ossigeno non si esaurisce mai e l’atmosfera non si satura di anidride carbonica. Com’è possibile? Il segreto sta in uno straordinario processo chiamato fotosintesi clorofilliana. Grazie alla fotosintesi le piante verdi assorbono anidride carbonica, acqua, luce solare e sostanze nutritive e producono carboidrati e ossigeno. Quando inspiriamo ossigeno, completiamo il ciclo. È proprio vero: Geova usa la vegetazione che ha creato per dare “a tutti la vita e il respiro” (Atti 17:25). Che sapienza fuori dal comune!

10, 11. In che modo la farfalla monarca e la libellula rivelano la sapienza di Geova?

10 La sapienza di Geova è rivelata anche dal gran numero di creature che vivono sul nostro straordinario pianeta. Le stime relative alle specie esistenti variano dai 2 ai 100 milioni. (Leggi Salmo 104:24.) Si noti, a titolo di esempio, la sapienza evidente nel modo in cui sono fatte alcune di queste.

La sapienza di Dio è evidente nel modo in cui è progettato l’occhio composto della libellula (ingrandito nel tondo) (Vedi il paragrafo 11)

11 La farfalla monarca ha un cervello grande quanto la punta di una penna a sfera. Eppure riesce a compiere una migrazione di quasi 3.000 chilometri, dal Canada a una particolare foresta in Messico, orientandosi grazie al sole. Ma come ci riesce, considerato il moto apparente del sole? Geova ha progettato il suo cervello con la capacità di compensare questo fenomeno. Facciamo un altro esempio: la libellula vede grazie a due occhi composti, ciascuno costituito da circa 30.000 lenti. Il suo minuscolo cervello riesce a decifrare i segnali trasmessi da tutte queste lenti e a percepire anche il più piccolo movimento.

12, 13. Cosa vi colpisce di più del modo in cui Geova ha progettato la cellula?

12 Ancor più impressionante è il modo in cui Geova ha progettato la cellula, l’unità fondamentale di tutti gli organismi viventi. Il nostro corpo, ad esempio, è composto da qualcosa come 100.000 miliardi di cellule. All’interno di ciascuna d’esse si trova una minuscola struttura intrecciata nota come DNA (acido desossiribonucleico). Il DNA contiene la maggior parte delle istruzioni necessarie per formare il corpo umano in ogni sua parte.

13 Quante informazioni può contenere il DNA? Mettiamo a confronto un grammo di DNA con un CD. Un CD può contenere un intero dizionario, il che è sorprendente se si considera che non è altro che un sottile disco di plastica. Un grammo di DNA, però, può contenere tante informazioni quante ce ne stanno in mille miliardi di CD. Per fare un altro paragone, un solo cucchiaino di DNA secco potrebbe fornire le istruzioni per formare 350 volte il numero degli esseri umani in vita oggi!

14. Che sentimenti ci ispirano nei confronti di Geova le moderne scoperte scientifiche?

14 Usando un linguaggio figurato, il re Davide scrisse che le informazioni necessarie a formare un corpo umano sono contenute in un libro. Rivolgendosi a Geova Dio disse: “I tuoi occhi videro perfino il mio embrione, e nel tuo libro ne erano scritte tutte le parti, riguardo ai giorni quando furono formate e fra di esse non ce n’era ancora nessuna” (Sal. 139:16). Non c’è da sorprendersi se, riflettendo su quanto sia stupefacente il corpo umano, Davide si sentisse spinto a lodare il Creatore. Le scoperte scientifiche degli ultimi anni hanno ulteriormente accresciuto la nostra riverenza per il modo straordinario in cui Geova ci ha fatto. Ora abbiamo ulteriori motivi per dirci d’accordo con le parole di Davide: “Ti loderò perché sono fatto in maniera tremendamente meravigliosa. Meravigliose sono le tue opere, come la mia anima sa molto bene” (Sal. 139:14). Come fanno le persone a non vedere che la creazione rivela l’esistenza dell’Iddio vivente?

AIUTIAMO ALTRI A DARE GLORIA ALL’IDDIO VIVENTE

15, 16. (a) In che modo le nostre pubblicazioni ci hanno aiutato ad apprezzare di più le capacità creative di Geova? (b) Quale articolo della serie “Frutto di un progetto?” vi è piaciuto particolarmente?

15 Nel corso dei decenni la rivista Svegliatevi! ha aiutato milioni di persone a comprendere ciò che la creazione rivela intorno all’Iddio vivente. Ad esempio, il numero del settembre 2006, intitolato “Esiste un Creatore?”, era interamente dedicato a smascherare le false dottrine dell’evoluzione e del creazionismo. Una sorella ha scritto alla filiale degli Stati Uniti: “La campagna con questo numero speciale è andata benissimo. Un’insegnante di biologia me ne ha chieste 20 copie perché voleva darne una a ogni studente”. Un fratello si è espresso così: “Partecipo attivamente al servizio di campo dalla fine degli anni ’40 e ho quasi 75 anni, ma il servizio che ho svolto questo mese offrendo il numero speciale di Svegliatevi! è stato ineguagliabile”.

16 Negli ultimi anni su quasi ogni numero di Svegliatevi! è comparsa la rubrica “Frutto di un progetto?” Questi brevi articoli danno risalto allo straordinario disegno evidente nella creazione e illustrano vari modi in cui l’uomo ha cercato di copiare il sommo Progettista. Nel 2010 abbiamo ricevuto un altro strumento che ci aiuta a dare gloria a Dio, l’opuscolo La vita: opera di un Creatore? Le belle figure a colori e gli schemi didattici che contiene sono concepiti per farci apprezzare di più le capacità creative di Geova. Le domande riportate al termine di ogni parte sono formulate in modo da aiutare il lettore a ragionare sulle informazioni trattate. Avete già usato questo opuscolo di casa in casa, nella testimonianza pubblica o in contesti informali? Potreste usare anche La Torre di Guardia, 15 febbraio 2011, articolo 1, e “Come avere una vita soddisfacente“, lezione 4.

17, 18. (a) Genitori, come potete aiutare i vostri figli a sentirsi più sicuri nel difendere la loro fede? (b) Come avete usato gli opuscoli sulla creazione nell’adorazione in famiglia?

17 Genitori, avete esaminato questo opuscolo con i vostri figli durante l’adorazione in famiglia? Facendolo li aiuterete a essere più riconoscenti verso l’Iddio vivente. Forse avete figli adolescenti che vanno alle superiori. In tal caso, sono particolarmente esposti a idee riconducibili alla teoria dell’evoluzione. Scienziati, insegnanti, documentari sulla natura e film presentano l’evoluzione come un fatto. Potete aiutare i vostri figli a difendersi da tale propaganda con un altro opuscolo presentato sempre nel 2010, intitolato L’origine della vita: cinque domande su cui riflettere. Al pari dell’opuscolo Opera di un Creatore?, questa pubblicazione stimola i ragazzi a sviluppare la propria “capacità di pensare” (Prov. 2:10, 11). Insegna loro a verificare la logicità di ciò che imparano a scuola.

Genitori, preparate i vostri figli a difendere la loro fede (Vedi il paragrafo 17)

18 L’opuscolo Origine della vita è concepito per dare modo agli studenti di vagliare le notizie sensazionalistiche secondo cui sarebbero stati rinvenuti fossili di “anelli mancanti”. Incoraggia gli studenti a giudicare da soli se tali notizie provano davvero che l’uomo si è evoluto da creature inferiori. Spiega anche come rispondere alle affermazioni secondo cui l’origine spontanea della vita sarebbe stata dimostrata sperimentalmente. Genitori, facendo uso di questi opuscoli aiuterete i vostri figli a sentirsi più sicuri quando devono spiegare ad altri su cosa si basa la loro fede nel Creatore. (Leggi 1 Pietro 3:15.)

19. Che privilegio abbiamo tutti noi?

19 Le informazioni che riceviamo tramite l’organizzazione di Geova, frutto di attente ricerche, ci permettono di discernere le sue splendide qualità nel mondo che ci circonda. Tutte queste prove convincenti ci spingono a lodare Dio dal profondo del cuore (Sal. 19:1, 2). È davvero un grande privilegio dare a Geova, il Creatore di tutte le cose, l’onore e la gloria che merita più di chiunque altro (1 Tim. 1:17).

^ par. 3 Per saperne di più su come ragionare con i fautori del creazionismo, vedi le pagine da 24 a 28 dell’opuscolo La vita: opera di un Creatore?