Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Lingua dei segni italiana

Impariamo dai racconti della Bibbia

CAPITOLO 70

Gli angeli annunciano la nascita di Gesù

Gli angeli annunciano la nascita di Gesù

L’imperatore romano Cesare Augusto ordinò a tutti gli ebrei di tornare nelle loro città di origine e di farsi registrare. Allora Giuseppe e Maria si misero in viaggio verso Betlemme, la città della famiglia di Giuseppe. Per Maria era quasi arrivato il momento di partorire.

Quando arrivarono a Betlemme, l’unico alloggio che trovarono fu una stalla. Lì Maria partorì suo figlio Gesù. Lo avvolse con dei panni morbidi e lo mise delicatamente in una mangiatoia.

Vicino a Betlemme alcuni pastori stavano trascorrendo la notte all’aperto per badare alle greggi. All’improvviso apparve un angelo e intorno a loro ci fu una grande luce a motivo della gloria di Geova. I pastori si spaventarono, ma l’angelo disse: “Non abbiate paura. Ho una notizia straordinaria da darvi. Oggi a Betlemme è nato il Messia”. In quel momento nel cielo apparvero molti altri angeli, che dissero: “Gloria a Dio in cielo e pace sulla terra”. Poi gli angeli scomparvero. Cosa fecero allora i pastori?

Dissero: “Andiamo subito a Betlemme”. Quando arrivarono, i pastori trovarono Giuseppe e Maria nella stalla con il loro bimbo appena nato.

Tutti quelli che ascoltavano il racconto dei pastori rimanevano stupiti. Maria pensò molto alle parole dell’angelo e non le dimenticò mai. I pastori tornarono alle loro greggi, ringraziando Geova per tutte le cose che avevano visto e sentito.

“Da Dio sono stato mandato e sono qui. Non sono venuto di mia iniziativa, ma è lui che mi ha mandato” (Giovanni 8:42)