Vangelo secondo Luca 3:1-38

  • Giovanni inizia la sua opera (1, 2)

  • Giovanni predica il battesimo (3-20)

  • Battesimo di Gesù (21, 22)

  • Genealogia di Gesù Cristo (23-38)

3  Nel 15o anno del regno di Tiberio Cesare, quando Ponzio Pilato era governatore della Giudea ed Erode*+ governava* la Galilea, suo fratello Filippo governava* l’Iturèa e la Traconìtide, e Lisània governava* l’Abilène,  ai giorni del capo sacerdote Anna e di Caiàfa,*+ la parola di Dio fu rivolta a Giovanni,+ figlio di Zaccarìa, nel deserto.+  Giovanni percorse dunque tutta la regione intorno al Giordano predicando il battesimo in simbolo di pentimento per il perdono dei peccati,+  proprio come è scritto nel libro delle parole del profeta Isaia: “Voce di uno che grida nel deserto: ‘Preparate la via di Geova!* Rendete diritte le sue strade.+  Ogni valle dev’essere riempita, e ogni monte e ogni colle devono essere abbassati; le vie tortuose devono diventare diritte, e le strade accidentate devono diventare piane;  e tutti* vedranno la salvezza* di Dio’”.+  Pertanto alle folle che andavano da lui per essere battezzate diceva: “Razza di vipere, chi vi ha fatto credere di poter sfuggire all’ira futura?+  Producete quindi frutti che dimostrino pentimento. Non cominciate a dire a voi stessi: ‘Per padre abbiamo Abraamo’, perché vi dico che Dio può suscitare figli ad Abraamo da queste pietre.  In realtà, la scure è già posta alla radice degli alberi. Ogni albero che non dà buoni frutti sarà dunque tagliato e gettato nel fuoco”.+ 10  E le folle gli chiedevano: “Allora che cosa dobbiamo fare?” 11  Lui rispondeva loro: “Chi ha due tuniche* ne dia una a chi non ne ha, e chi ha da mangiare faccia lo stesso”.+ 12  Anche degli esattori di tasse vennero per essere battezzati,+ e gli domandarono: “Maestro, che cosa dobbiamo fare?” 13  Lui rispose loro: “Non pretendete* nulla di più della tassa stabilita”.+ 14  Pure dei soldati gli chiesero: “E noi cosa dobbiamo fare?” E disse loro: “Non maltrattate* né accusate falsamente nessuno,+ ma accontentatevi del vostro compenso”. 15  Ora fra il popolo c’era aspettativa, e tutti si chiedevano riguardo a Giovanni: “Che sia lui il Cristo?”+ 16  Giovanni rispose a tutti: “Io, da parte mia, vi battezzo con acqua; ma viene colui che è più forte di me, e io non sono degno di sciogliergli i lacci dei sandali.+ Lui vi battezzerà con spirito santo e con fuoco.+ 17  Ha in mano la pala per ventilare con cui pulire completamente la sua aia e raccogliere il grano nel suo granaio;* la pula,* invece, la brucerà con fuoco inestinguibile”. 18  Giovanni dava inoltre molte altre esortazioni e dichiarava la buona notizia al popolo. 19  Ma Erode,* essendo stato da lui aspramente rimproverato a motivo di Erodìade, moglie di suo fratello, e per tutte le azioni malvagie che aveva commesso, 20  aggiunse a tutti quei misfatti anche questo: rinchiuse Giovanni in prigione.+ 21  Ora avvenne che, quando tutto il popolo si battezzava, si battezzò anche Gesù;+ e mentre pregava, il cielo si aprì+ 22  e lo spirito santo scese su di lui in forma corporea, come una colomba, e dal cielo venne una voce: “Tu sei mio Figlio, il mio amato Figlio. Io ti ho approvato”.+ 23  Quando iniziò la sua opera, Gesù+ aveva circa 30 anni;+ era figlio, come si riteneva,di Giuseppe,+figlio di Eli, 24  figlio di Mattàt,figlio di Levi,figlio di Melchi,figlio di Iannài,figlio di Giuseppe, 25  figlio di Mattatìa,figlio di Àmos,figlio di Nàum,figlio di Esli,figlio di Naggài, 26  figlio di Maàt,figlio di Mattatìa,figlio di Semeìn,figlio di Iosèc,figlio di Ioda, 27  figlio di Ioanàn,figlio di Resa,figlio di Zorobabèle,+figlio di Sealtièl,+figlio di Neri, 28  figlio di Melchi,figlio di Addi,figlio di Cosàm,figlio di Elmadàm,figlio di Er, 29  figlio di Gesù,figlio di Elièzer,figlio di Iorìm,figlio di Mattàt,figlio di Levi, 30  figlio di Simeone,figlio di Giuda,figlio di Giuseppe,figlio di Ionàm,figlio di Eliachìm, 31  figlio di Melèa,figlio di Menna,figlio di Mattàta,figlio di Nàtan,+figlio di Davide,+ 32  figlio di Iesse,+figlio di Òbed,+figlio di Bòaz,*+figlio di Salmòn,+figlio di Naassòn,+ 33  figlio di Amminadàb,figlio di Arni,figlio di Ezròn,figlio di Pèrez,*+figlio di Giuda,+ 34  figlio di Giacobbe,+figlio di Isacco,+figlio di Abraamo,+figlio di Tera,+figlio di Nàhor,+ 35  figlio di Serùg,+figlio di Reu,+figlio di Pèleg,*+figlio di Èber,+figlio di Sela,+ 36  figlio di Cainàn,figlio di Arpacsàd,+figlio di Sem,+figlio di Noè,+figlio di Làmec,+ 37  figlio di Matusalemme,*+figlio di Ènoc,figlio di Iàred,+figlio di Maalaleèl,+figlio di Cainàn,+ 38  figlio di Ènos,+figlio di Set,+figlio di Adamo,+figlio di Dio.

Note in calce

Cioè Erode Antìpa. Vedi Glossario.
Lett. “era tetrarca”, principe o governante di un territorio per conto dell’imperatore romano.
Lett. “era tetrarca”, principe o governante di un territorio per conto dell’imperatore romano.
Lett. “era tetrarca”, principe o governante di un territorio per conto dell’imperatore romano.
O “Càifa”.
O “ogni carne”.
O “lo strumento di salvezza”.
O “una tunica di ricambio”.
O “non riscuotete”.
O “non estorcete denaro”.
O “deposito”.
Lett. “Erode il tetrarca”.
O “Bòoz”.
O “Fàres”.
O “Fàlec”.
O “Metusèla”.