Esodo 7:1-25

  • Geova fortifica Mosè (1-7)

  • Il bastone di Aronne diventa un grosso serpente (8-13)

  • 1a piaga: acqua trasformata in sangue (14-25)

7  E Geova disse a Mosè: “Vedi, ti ho costituito Dio* per il faraone, e tuo fratello Aronne sarà il tuo profeta.+  Tu dovrai ripetere a tuo fratello Aronne tutto ciò che ti comanderò e lui parlerà al faraone; e alla fine questi manderà via gli israeliti dal suo paese.  Quanto a me, lascerò che il cuore del faraone diventi ostinato,+ e moltiplicherò i miei segni e i miei miracoli nel paese d’Egitto.+  Ma il faraone non vi ascolterà; e stenderò la mia mano sull’Egitto e farò uscire le mie schiere,* il mio popolo, gli israeliti, fuori dal paese d’Egitto con grandi giudizi.+  E gli egiziani certamente sapranno che io sono Geova+ quando stenderò la mia mano contro l’Egitto e farò uscire gli israeliti di mezzo a loro”.  Mosè e Aronne fecero quello che Geova aveva comandato; fecero proprio così.  Quando parlarono al faraone, Mosè aveva 80 anni+ e Aronne 83.  Ora Geova disse a Mosè e ad Aronne:  “Se il faraone vi dirà: ‘Fate un miracolo’, tu dirai ad Aronne: ‘Prendi il tuo bastone* e gettalo davanti al faraone’. Diventerà un grosso serpente”.+ 10  Mosè e Aronne andarono dunque dal faraone e fecero esattamente come Geova aveva comandato. Aronne gettò il suo bastone davanti al faraone e ai suoi servitori, ed esso diventò un grosso serpente. 11  Comunque, il faraone convocò i sapienti e i maghi; e anche i sacerdoti dell’Egitto che praticavano la magia+ fecero la stessa cosa con le loro arti magiche.+ 12  Ognuno di loro gettò a terra il proprio bastone, ed essi diventarono grossi serpenti; ma il bastone di Aronne inghiottì i loro bastoni. 13  Nonostante ciò il cuore del faraone diventò ostinato+ e lui non li ascoltò, proprio come aveva detto Geova. 14  Quindi Geova disse a Mosè: “Il cuore del faraone è irremovibile.+ Lui ha rifiutato di lasciar partire il popolo. 15  Va’ dal faraone al mattino, quando esce per andare verso l’acqua. Aspettalo lì presso la riva del Nilo, e porta con te il bastone che si era trasformato in serpente.+ 16  Gli devi dire: ‘Geova, l’Iddio degli ebrei, mi ha mandato da te+ con questo messaggio: “Lascia andare via il mio popolo perché mi serva nel deserto”. Ma tu finora non hai ubbidito. 17  Ecco ciò che Geova dice: “Da questo saprai che io sono Geova:+ con il bastone che ho in mano colpirò l’acqua del Nilo e questa si trasformerà in sangue. 18  I pesci che sono nel Nilo moriranno e il Nilo puzzerà, e gli egiziani non potranno berne l’acqua”’”. 19  Geova disse poi a Mosè: “Di’ ad Aronne: ‘Prendi il tuo bastone e stendi la mano sulle acque dell’Egitto,+ sui suoi fiumi, i suoi canali,* i suoi stagni+ e tutte le sue riserve d’acqua, perché diventino sangue’. Ci sarà sangue in tutto il paese d’Egitto, persino nei recipienti di legno e di pietra”. 20  Immediatamente Mosè e Aronne fecero proprio come Geova aveva comandato. Aronne alzò il bastone e colpì l’acqua del Nilo davanti agli occhi del faraone e dei suoi servitori, e tutta l’acqua del fiume si trasformò in sangue.+ 21  I pesci che erano nel fiume morirono,+ il fiume cominciò a puzzare e gli egiziani non poterono più berne l’acqua;+ e ci fu sangue in tutto il paese d’Egitto. 22  Tuttavia, i sacerdoti dell’Egitto che praticavano la magia fecero la stessa cosa con le loro arti occulte,+ così che il cuore del faraone rimase ostinato e lui non prestò ascolto, proprio come aveva detto Geova.+ 23  Dopodiché il faraone rientrò nella sua casa e non diede peso neanche a questo fatto. 24  E tutti gli egiziani si misero a scavare nei dintorni del Nilo alla ricerca di acqua da bere, perché non potevano bere l’acqua del Nilo. 25  E, dopo che Geova ebbe colpito il Nilo, trascorsero sette giorni interi.

Note in calce

Cioè gli aveva dato autorità sul faraone.
Lett. “eserciti”.
O “verga”.
Cioè i canali del Nilo.