Accessibilità: impostazioni

Vai direttamente al menu principale

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Vai direttamente al contenuto

Testimoni di Geova

SVEGLIATEVI! NOVEMBRE 2013

 IL PUNTO DI VISTA BIBLICO

Matrimonio

Il matrimonio è solo un contratto?

“Quello che Dio ha aggiogato insieme l’uomo non lo separi” (Matteo 19:6)

COSA DICE LA BIBBIA

Agli occhi di Dio il matrimonio è molto più di una convenzione sociale. È un’unione sacra tra un uomo e una donna. La Bibbia afferma: “Dal principio della creazione ‘[Dio] li fece maschio e femmina. Per questo motivo l’uomo lascerà suo padre e sua madre, e i due saranno una sola carne’. [...] Perciò quello che Dio ha aggiogato insieme l’uomo non lo separi” * (Marco 10:6-9; Genesi 2:24).

L’espressione “quello che Dio ha aggiogato [o unito] insieme” non equivale a dire “Dio li fa e poi li accoppia”. Indicando il Creatore come Colui che ha istituito il matrimonio, questa espressione biblica pone l’accento sulla serietà di tale unione. Le coppie che la vedono così ritengono questa unione sacra, permanente, e ciò rafforza la loro determinazione di far riuscire il matrimonio. Le probabilità di successo aumentano notevolmente quando i coniugi si rivolgono alla Bibbia per sapere come adempiere il proprio ruolo di marito e moglie.

 Qual è il ruolo dell’uomo?

“Il marito è capo della moglie” (Efesini 5:23)

COSA DICE LA BIBBIA

Perché in famiglia le cose vadano bene è necessario che qualcuno abbia l’ultima parola nelle decisioni da prendere. La Bibbia affida questa responsabilità al marito. Ma questo non lo autorizza a essere un despota o un prepotente, e nemmeno gli permette di sottrarsi alle proprie responsabilità, perdendo così il rispetto della moglie e addossandole un peso non necessario. Al contrario, Dio vuole che il marito faccia tutto il possibile per prendersi cura della moglie e per onorarla quale sua compagna più intima e fidata (1 Timoteo 5:8; 1 Pietro 3:7). In Efesini 5:28 si legge: “I mariti devono amare le loro mogli come i propri corpi”.

Un marito che ama davvero sua moglie ne valorizza capacità e talenti; rispetta la sua opinione e ne tiene conto, specialmente su questioni che riguardano l’intera famiglia. Un uomo non dovrebbe pretendere che si faccia a modo suo solo perché è il capofamiglia. Quando il devoto Abraamo respinse il saggio consiglio di sua moglie Sara su una questione familiare, Geova, riferendosi a Sara, gli disse: “Ascolta la sua voce” (Genesi 21:9-12). Abraamo diede umilmente ascolto alla moglie e la famiglia poté godere di pace e unità, con la benedizione di Dio.

Qual è il ruolo della donna?

“Mogli, siate sottomesse ai vostri mariti” (1 Pietro 3:1)

COSA DICE LA BIBBIA

Poco prima di dare una moglie al primo uomo, Dio disse: “Non è bene che l’uomo stia solo. Gli farò un aiuto, come suo complemento” (Genesi 2:18). Un complemento è una cosa che si aggiunge a un’altra per completarla o perfezionarla. Quindi Dio creò la donna non perché fosse uguale all’uomo o si mettesse a competere con lui, ma per essere il suo complemento. Insieme avrebbero potuto assolvere il compito che Dio aveva dato loro di avere figli e riempire la terra della loro progenie (Genesi 1:28).

Per mettere la donna in condizione di assolvere il suo incarico, Dio le diede caratteristiche fisiche, mentali ed emotive adatte. Quando usa queste caratteristiche in modo saggio e amorevole, la donna contribuisce in modo concreto alla riuscita del matrimonio, permettendo al marito di provare soddisfazione con la certezza di essere amato. Agli occhi di Dio, una donna di questo tipo è degna di lode * (Proverbi 31:28, 31).

^ par. 5 La Bibbia ammette il divorzio in caso di infedeltà coniugale (Matteo 19:9).

^ par. 14 Le coppie possono trovare molti utili suggerimenti sul matrimonio e sulla vita familiare nella rubrica “Aiuto per la famiglia”, presente ogni mese in Svegliatevi!